Pillole di Fede 25 Dicembre “ha dato potere di diventare figli di Dio”

MEDITAZIONE DEL GIORNO
Dio sulla terra, Dio fra gli uomini! Questa volta non promulga la sua Legge fra i tuoni, al suono della tromba, sulla montagna fumante, nell’oscurità di una tempesta terrificante (Es 19,16ss), ma in modo dolce e pacato si intrattiene coi suoi fratelli, in un corpo umano. Dio nella carne!… Come può la divinità abitare la carne? Allo stesso modo in cui il fuoco abita il ferro, non abbandonando il luogo dove brucia, ma comunicandosi. Infatti, il fuoco non si getta nel ferro, resta al suo posto e gli comunica la sua potenza. Così non è per nulla diminuito, ma riempie pienamente il ferro al quale si comunica. Allo stesso modo Dio, il Verbo, che “ha abitato fra noi”, non è uscito da se stesso. “Il Verbo che si è fatto carne” non è stato sottoposto a cambiamento; il cielo non è stato privato di ciò che conteneva, tuttavia la terra ha accolto nel suo seno colui che sta nei cieli.

Fa’ che questo mistero ti compenetri: Dio è nella carne per uccidere la morte che vi si nasconde… quando “è apparsa infatti la grazia di Dio, apportatrice di salvezza per tutti gli uomini” (Tt 2,11), quando “è sorto il sole di giustizia” (Mal 3,20), quando “la morte è stata ingoiata per la vittoria” (1Cor 15,54) perché ella non poteva più coesistere con la vita vera. O profondità della bontà e dell’amore di Dio per gli uomini! Rendiamo gloria coi pastori, danziamo coi cori degli angeli, poiché “oggi è nato un salvatore, che è il Cristo Signore” (Lc 2,11-12).

“Dio, il Signore è nostra luce” (Sal 118,27), non nel suo aspetto di Dio, per non spaventare la nostra debolezza, ma nel suo aspetto di servo, per dare libertà a coloro che erano condannati alla schiavitù. Chi possiede un cuore tanto addormentato e indifferente da non rallegrarsi, esultare e diffondere gioia per questo avvenimento? E’ festa comune per tutta la creazione. Tutti devono parteciparvi, nessuno può mostrarsi ingrato. Leviamo anche noi la nostra voce per cantare la nostra gioia!

GIACULATORIA DEL GIORNO
O Dio, Salvatore Crocifisso, infiammami d’amore, di fede e di coraggio per la salvezza dei fratelli.

PREGHIERA DEL GIORNO
O Gesù Bambino, mi rivolgo a te e ti prego per la tua Santa Madre, di assistermi in questa necessità (esprimere il proprio desiderio), poiché credo fermamente che la tua Divinità può venirmi in aiuto. Spero con fiducia di ottenere la tua santa gra­zia. Ti amo con tutto il cuore e con tutte le forze dell’anima mia. Mi pento sinceramente dei miei pec­cati e ti supplico, o buon Gesù, di donarmi la forza di vincerli. Prendo la ferma risoluzione di non offenderti mai più, e mi offro a te con la disposizio­ne di soffrire piuttosto che di dispiacerti. Ormai, voglio servirti con fedeltà. Per amore tuo, o divino Gesù Bambino, amerò il mio prossimo come me stesso. O Gesù Bambino pieno di potenza, ti supplico di nuovo, assistimi in questa circostanza (ripetere il proprio desiderio), fammi la grazia di possederti eter­namente con Maria e Giuseppe in cielo e di adorar­ti con i santi angeli. Così sia

Articoli correlati