Quello che la Madonna ha detto sul Rosario nei suoi messaggi

In varie apparizioni la Madonna ha chiesto che si reciti ogni giorno il Santo Rosario. (14 agosto 1984, messaggio della Madonna a Medjugorje; 13 maggio 1994, messaggio della Madonna a Nancy Fowler, Conyers; 25 marzo 1984, messaggio della Madonna a Maria Esperanza de Bianchini, Betania; 1 gennaio 1987, messaggio della Madonna a Rosario Toscano, Belpasso; 7 maggio 1980, messaggio della Madonna a Bernardo Martínez, Cuapa; 15 settembre 1984, messaggio della Madonna a Gladys Quiroga de Motta, San Nicolás)

“Recitate frequentemente il Santo Rosario, quella preghiera che può così tanto davanti a Dio…”. (1945, messaggio di Gesù a Heede)

“Figli miei, è necessario recitare il Santo Rosario, perché le preghiere che lo compongono aiutano a meditare.

Nel Padre Nostro, vi mettete nelle mani del Signore chiedendo aiuto.

Nell’Ave Maria, imparate a conoscere vostra Madre, umile interceditrice dei suoi figli davanti al Signore.

E nel Gloria, glorificate la Santissima Trinità, fonte divina di Grazie”. (15 novembre 1985, messaggio della Madonna a Gladys Quiroga de Motta, San Nicolás)

La Madonna ha spiegato a Bernardo che al Signore non piacciono le preghiere recitate superficialmente o meccanicamente. Per questo gli ha raccomandato di pregare il Rosario con la lettura dei passi biblici, mettendo in pratica la Parola di Dio. “Voglio che recitiate il Rosario tutti i giorni […] Voglio che lo recitiate permanentemente, in famiglia…compresi i bambini che hanno l’uso della ragione…ad un’ora fissa, quando non ci sono problemi con le faccende di casa”. (7 maggio 1980, messaggio della Madonna a Bernardo Martínez, Cuapa)

“Per favore, pregate il Rosario per la pace, vi prego. Pregate il Rosario per ottenere forza interiore. Pregate contro i mali di questo tempo. Tenete viva la preghiera nelle vostre case e dovunque andate”. (13 ottobre 1998, messaggio della Madonna a Nancy Fowler, Conyers)

“…Col Rosario vincerete tutti gli ostacoli che satana in questo momento vuole procurare alla Chiesa cattolica. Voi tutti sacerdoti, recitate il Rosario, date spazio al Rosario”; “…il Rosario sia per voi un impegno da eseguire con gioia…”. (25 giugno 1985 e 12 giugno 1986, messaggi della Madonna a Medjugorje)

A Fatima e in altre apparizioni la Madonna afferma che recitando il Rosario tutti i giorni con devozione, si può ottenere la pace nel mondo e la fine delle guerre. (13 maggio e 13 luglio 1917, messaggi della Madonna ai bambini di Fatima; 13 ottobre 1997, messaggio della Madonna a Nancy Fowler, Conyers)

“…recitate sovente il santo Rosario, arma potente ed unica per attirare le benedizioni celesti”; “Vi raccomando di recitare ogni giorno il S. Rosario, catena [che] vi unisce a Dio”. (Ottobre 1943, messaggio della Madonna alla Beata Edvige Carboni)

“…Questa è l’arma più potente; e più potente arma di questa l’uomo non può trovare”. (Gennaio 1942, messaggio della Madonna alla Beata Edvige Carboni)

“Ogni volta che [la Madonna] apparve, ci ha mostrato e messo in mano un’arma. Quest’arma, la più potente contro le potenze delle tenebre, è il Rosario. Chiunque recita il Rosario con devozione, meditando i misteri, resta sulla buona via, poiché questa preghiera fortifica la fede e la speranza; essa accende continuamente l’amor di Dio. Che cosa c’è di più bello, di più sublime per un cristiano, che meditare continuamente i S. misteri dell’Incarnazione, le sofferenze di Cristo e la Sua Ascensione, e l’Assunzione della Madonna? Chiunque reciti il Rosario, meditandone i misteri, ottiene tutte le grazie per sé e per gli altri”. (Testimonianza di Maria Graf Suter)

“Il Rosario che Le [alla Madonna] è così caro, e che Lei stessa ci portò dal cielo, questa preghiera che Ella ci esorta a recitare ogni volta che appare qui sulla terra, è il mezzo di salvezza e l’unica arma contro gli assalti dell’inferno. Il Rosario è il saluto di Dio a Maria, e la preghiera di Gesù a Suo Padre: esso ci mostra il cammino che Ella percorse con Dio. Il Rosario è il gran dono che il Cuore della Madonna diede ai Suoi figli, e ci indica il cammino più corto per arrivare a Dio”. (Primo venerdì di febbraio 1961, testimonianza di Maria Graf Suter)

“Figli miei, recitate con più frequenza il Santo Rosario, però fatelo con devozione e con amore; non fatelo per abitudine o per timore…” (23 gennaio 1996, messaggio della Madonna a Catalina Rivas, Bolivia)

“Recitate il Santo Rosario, meditando prima ogni mistero; fatelo molto adagio, perché arrivi alle mie orecchie come un soave sussurro d’amore; fatemi sentire il vostro amore di figli in ogni parola che recitate; non lo fate per obbligo, né per compiacere i vostri fratelli; non fatelo con gridi da fanatici, né in forma sensazionalistica; tutto ciò che fate con allegria, pace e amore, con umile abbandono e semplicità da bambini, sarà ricevuto come un balsamo soave e rinfrescante per le piaghe del mio grembo”. (23 gennaio 1996, messaggio della Madonna a Catalina Rivas, Bolivia)

“Diffondete la sua devozione perché è la promessa di Mia Madre che se almeno un membro della famiglia lo recita tutti i giorni, Lei salverà quella famiglia. E questa promessa ha il sigillo della Divina Trinità”. (15 ottobre 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia)

“Le Ave Maria del Rosario che voi dite con fede e con amore sono tante frecce d’oro che raggiungono il Cuore di Gesù… Si preghi assai e si reciti il Rosario quotidiano per la conversione dei peccatori, degli increduli e per l’unità dei cristiani”. (12 aprile 1947, messaggio della Madonna a Bruno Cornacchiola, Tre Fontane)

“Meditate sulle sofferenze di Nostro Signore Gesù e sul profondo dolore di Sua Madre. Pregate il Rosario, specialmente i Misteri Dolorosi per ricevere la grazia di pentirvi”. (Marie-Claire Mukangango, Kibeho)

“Il Rosario deve essere un momento di colloquio con Me: oh, devono parlarmi ed ascoltarmi, perché Io parlo loro dolcemente, come fa la mamma con i suoi bambini”. (20 maggio 1974, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi)

“Quando recitate il Rosario voi mi invitate a pregare con voi ed Io veramente, ogni volta, mi associo alla vostra preghiera. Così voi siete i bimbi che pregano assieme alla Mamma Celeste. Ed è per questo che la corona del Rosario diventa l’arma più potente da usare nella terribile battaglia che siete chiamati a combattere contro Satana e il suo esercito del male”. (11 febbraio 1978, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi)

Articoli correlati