Rifletti, oggi, se a volte ti senti stanco. Pensa, in particolare, a qualsiasi stanchezza mentale o emotiva

Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo”. Matteo 11:28

Una delle attività più piacevoli e salutari della vita è il sonno. Questo è particolarmente vero quando si è in grado di entrare in un sonno profondo e ristoratore. Al risveglio, la persona che ha dormito profondamente si sente riposata e pronta per un nuovo giorno. Ovviamente è vero anche il contrario. Quando il sonno è difficile e irrequieto, la persona può subire numerosi effetti negativi, soprattutto quando la mancanza di un sonno sano diventa la norma.

Lo stesso è vero nelle nostre vite spirituali. Per molte persone, il “riposo spirituale” è qualcosa di estraneo a loro. Possono dire alcune preghiere ogni settimana, partecipare alla messa o persino fare un’ora santa. Ma a meno che ognuno di noi non entri in una forma di preghiera profonda e trasformatrice, non saremo in grado di sperimentare il riposo spirituale interiore di cui abbiamo bisogno.

L’invito di Gesù nel vangelo di oggi a “Vieni a me …” è un invito a trasformarci, interiormente, mentre gli permettiamo di liberarci dai pesi della nostra vita quotidiana. Ogni giorno affrontiamo spesso difficoltà e sfide spirituali, come tentazioni, confusioni, delusioni, rabbia e simili. Siamo spesso quotidianamente bombardati dalle bugie del maligno, dall’ostilità di una crescente cultura secolarizzata e dall’assalto ai nostri sensi attraverso le numerose forme di media che digeriamo quotidianamente. Queste e molte altre cose che incontriamo ogni giorno avranno l’effetto di logorarci interiormente a livello spirituale. Di conseguenza, abbiamo bisogno del ristoro spirituale che viene solo dal nostro Signore. Abbiamo bisogno del “sonno” spirituale che risulta da una preghiera profonda e rivitalizzante.

Rifletti, oggi, se a volte ti senti stanco. Pensa, in particolare, a qualsiasi stanchezza mentale o emotiva. Spesso queste forme di stanchezza sono in realtà di natura spirituale e necessitano di un rimedio spirituale. Cerca il rimedio che nostro Signore ti offre accettando il Suo invito a venire a Lui, profondamente in preghiera, e riposare alla Sua presenza. In questo modo ti aiuterà a sollevare i pesanti fardelli con cui lotti.

Mio amorevole Signore, accetto il tuo invito a venire a te e riposare alla tua gloriosa presenza. Attirami, caro Signore, nel Tuo cuore che trabocca di grazia e misericordia. Attirami alla tua presenza così che possa riposare in te ed essere liberato dai molti fardelli della vita. Gesù io credo in te.

Meditazione del giorno: l'unico vero segno della croce

Meditazione del giorno: l'unico vero segno della croce

Meditazione del giorno: pregare il Padre nostro

Meditazione del giorno: pregare il Padre nostro

Meditazione del giorno: la Chiesa prevarrà sempre

Meditazione del giorno: la Chiesa prevarrà sempre

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto

Meditazione del giorno: il potere trasformante del digiuno

Meditazione del giorno: il potere trasformante del digiuno

Meditazione del giorno: l'amore profondo scaccia la paura

Meditazione del giorno: l'amore profondo scaccia la paura

Sesta domenica del tempo ordinario: tra le prime a testimoniare

Sesta domenica del tempo ordinario: tra le prime a testimoniare