Rifletti, oggi, sui tuoi desideri. I profeti e i re dell’antichità “desideravano” vedere il Messia

Rivolgendosi ai discepoli in privato disse: “Beati gli occhi che vedono ciò che vedete voi. Poiché io vi dico, molti profeti e re desideravano vedere ciò che vedete, ma non l’hanno visto e ascoltare ciò che avete udito, ma non l’hanno sentito “. Luca 10: 23–24

Cosa videro i discepoli che rese i loro occhi “benedetti?” Chiaramente, furono benedetti nel vedere il nostro Signore. Gesù era quello promesso dai profeti e dai re dell’antichità e ora era lì, in carne e ossa, presente perché i discepoli Lo vedessero. Anche se non abbiamo il privilegio di “vedere” nostro Signore nello stesso modo in cui lo fecero i discepoli circa 2.000 anni fa, abbiamo il privilegio di vederlo in innumerevoli altri modi nella nostra vita quotidiana, se abbiamo solo “occhi che vedono” e orecchie per ascoltare.

Dal tempo dell’apparizione di Gesù sulla Terra, nella carne, molto è cambiato. Alla fine gli Apostoli furono riempiti dello Spirito Santo e inviati in missione per cambiare il mondo. La Chiesa è stata istituita, i Sacramenti sono stati istituiti, l’autorità di insegnamento di Cristo è stata esercitata e innumerevoli santi hanno dato testimonianza alla Verità con la loro vita. Gli ultimi 2000 anni sono stati anni in cui Cristo è stato continuamente manifestato al mondo in innumerevoli modi.

Oggi, Cristo è ancora presente e continua a stare davanti a noi. Se abbiamo gli occhi e le orecchie della fede, non ci mancherà giorno dopo giorno. Vedremo e capiremo gli innumerevoli modi in cui ci parla, ci guida e ci guida oggi. Il primo passo verso questo dono della vista e dell’udito è il tuo desiderio. Desideri la verità? Desideri vedere Cristo? O sei soddisfatto delle molte confusioni della vita che cercano di distrarti da ciò che è più reale e più cambia la vita?

Rifletti, oggi, sul tuo desiderio. I profeti e i re dell’antichità “desideravano” vedere il Messia. Abbiamo il privilegio di averlo vivo alla nostra presenza oggi, che ci parla e ci chiama continuamente. Coltiva in te stesso il desiderio del nostro Signore. Lascia che diventi una fiamma ardente che desidera consumare tutto ciò che è vero e tutto ciò che è buono. Desiderio Dio. Desiderare la sua verità. Desidera la Sua mano guida nella tua vita e permettiGli di benedirti oltre ciò che puoi immaginare.

Mio divino Signore, so che oggi sei vivo, mi parli, mi chiami e mi riveli la tua presenza gloriosa. Aiutami a desiderarti e, in quel desiderio, a rivolgermi a Te con tutto il cuore. Ti amo, mio ​​Signore. Aiutami ad amarti di più. Gesù io credo in te.

Meditazione di oggi: consolazione per il peccatore pentito

Meditazione di oggi: consolazione per il peccatore pentito

Costruire il regno, meditazione del giorno

Costruire il regno, meditazione del giorno

La famiglia: quanto è importante oggi?

La famiglia: quanto è importante oggi?

Meditazione del giorno: un potente contrasto

Meditazione del giorno: un potente contrasto

Meditazione: di fronte alla croce con coraggio e amore

Meditazione: di fronte alla croce con coraggio e amore

Il suicidio: segnali d'allarme e prevenzione

Il suicidio: segnali d'allarme e prevenzione

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

La gratitudine: un gesto che cambia la vita