vedere Gesù

Rifletti, oggi, sul desiderio nei cuori delle persone di guarire e vedere Gesù

Qualunque fosse il villaggio o la città o la campagna in cui entrava, deponevano i malati sui mercati e lo supplicavano di poter toccare solo la nappa del suo mantello; e tutti quelli che lo toccavano furono guariti.

Sarebbe stato davvero impressionante vedere Gesù che guariva i malati. Le persone che hanno assistito a questo chiaramente non avevano mai visto niente di simile prima. Per coloro che erano malati, o i cui cari erano malati, ogni guarigione avrebbe avuto un potente effetto su di loro e su tutta la loro famiglia. All’epoca di Gesù, la malattia fisica era ovviamente molto più preoccupante di quanto non lo sia oggi. La scienza medica oggi, con la sua capacità di trattare così tante malattie, ha diminuito la paura e l’ansia di ammalarsi. Ma ai tempi di Gesù una malattia grave era una preoccupazione molto maggiore. Per questo motivo, il desiderio di tante persone di portare i loro malati a Gesù in modo che potessero essere guariti era molto forte. Questo desiderio li spinse a Gesù in modo che “potessero toccare solo il fiocco del suo mantello” ed essere guariti. E Gesù non ha deluso. Sebbene le guarigioni fisiche di Gesù fossero senza dubbio un atto di carità dato a coloro che erano malati e alle loro famiglie, ovviamente non era la cosa più importante che Gesù fece. Ed è importante per noi ricordarci di questo fatto. Le guarigioni di Gesù erano principalmente allo scopo di preparare le persone ad ascoltare la Sua Parola e alla fine a ricevere la guarigione spirituale del perdono dei loro peccati.

Nella tua vita, se fossi gravemente malato e ti fosse data la possibilità di ricevere una guarigione fisica o di ricevere la guarigione spirituale del perdono dei tuoi peccati, quale sceglieresti? Chiaramente, la guarigione spirituale del perdono dei tuoi peccati ha un valore infinitamente maggiore. Influirà sulla tua anima per tutta l’eternità. La verità è che questa guarigione molto più grande è disponibile per tutti noi, specialmente nel Sacramento della Riconciliazione. In quel Sacramento, siamo invitati a “toccare la nappa del suo mantello”, per così dire, e ad essere spiritualmente guariti. Per questo motivo, dovremmo avere un desiderio molto più profondo di cercare Gesù nel confessionale rispetto a quello che le persone dei giorni di Gesù avevano per la guarigione fisica. Eppure, troppo spesso ignoriamo il dono inestimabile della misericordia e della guarigione di Dio offerte così liberamente a noi. Rifletti, oggi, sul desiderio nei cuori delle persone in questa storia evangelica. Pensa, in particolare, a coloro che erano gravemente malati e al loro ardente desiderio di venire da Gesù per la guarigione. Confronta quel desiderio nei loro cuori con il desiderio, o la mancanza di desiderio, nel tuo cuore di correre dal nostro Signore per le guarigioni spirituali di cui la tua anima ha così disperatamente bisogno. Cerca di alimentare un desiderio più grande per questa guarigione, specialmente quando ti arriva attraverso il Sacramento della Riconciliazione.

Mio Signore guaritore, ti ringrazio per la guarigione spirituale che continuamente mi offri, specialmente attraverso il sacramento della riconciliazione. Ti ringrazio per il perdono dei miei peccati a causa della tua sofferenza sulla Croce. Riempi il mio cuore con un desiderio più grande di venire a Te per ricevere il dono più grande che potessi mai ricevere: il perdono dei miei peccati. Gesù io credo in te.

Fare l'elemosina è una forma corretta di carità?

Fare l'elemosina è una forma corretta di carità?

Meditazione del giorno: pregare per la volontà di Dio

Meditazione del giorno: pregare per la volontà di Dio

Meditazione del giorno: l'unico vero segno della croce

Meditazione del giorno: l'unico vero segno della croce

Meditazione del giorno: pregare il Padre nostro

Meditazione del giorno: pregare il Padre nostro

Meditazione del giorno: la Chiesa prevarrà sempre

Meditazione del giorno: la Chiesa prevarrà sempre

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto

Dio ci aiuta a rispondere ai disagi adolescenziali

Dio ci aiuta a rispondere ai disagi adolescenziali