Rifletti, oggi, sul fatto che Dio sta parlando nel profondo della tua anima ogni giorno

“Quello che vi dico, lo dico a tutti: ‘Vegliate!’” Marco 13:37

Sei attento a Cristo? Sebbene questa sia una domanda profondamente importante, ci sono molti che potrebbero anche non comprendere appieno cosa significhi. Sì, in superficie è chiaro: essere “attenti” significa essere consapevoli della presenza di nostro Signore nella tua vita e nel mondo che ti circonda. Quindi sei attento? Sei vigile? Stai guardando, cercando, aspettando, anticipando e preparando la venuta di Cristo? Sebbene Gesù sia venuto sulla Terra più di 2000 anni fa sotto forma di un bambino, continua a venire da noi oggi. E se non sei quotidianamente consapevole della Sua profonda presenza, allora potresti già essere un po ‘addormentato, spiritualmente parlando.

Ci “addormentiamo” a livello spirituale ogni volta che rivolgiamo i nostri occhi interiori alle cose passeggere, irrilevanti e persino peccaminose di questo mondo. Quando ciò accade, non possiamo più vedere Cristo stesso. Purtroppo, questo sta diventando sempre più facile da fare. Violenza, malattia, odio, divisione, scandalo e simili ci affliggono giorno dopo giorno. I media quotidiani fanno a gara per presentarci le notizie più scioccanti e sensazionali possibili. I social media cercano quotidianamente di riempire la nostra breve capacità di attenzione con morsi sonori e immagini che soddisfano solo per un momento. Di conseguenza, gli occhi della nostra anima, la nostra visione interiore della fede, vengono oscurati, ignorati, dimenticati e congedati. Di conseguenza, molti nel nostro mondo oggi sembrano non essere più in grado di tagliare il crescente rumore caotico in modo da percepire la voce gentile, chiara e profonda del Salvatore del mondo.

Quando iniziamo il nostro tempo di Avvento, nostro Signore ti sta parlando nelle profondità più profonde della tua anima. Sta dicendo gentilmente: “Svegliati”. “Ascolta.” “Orologio.” Non griderà, sussurrerà in modo che tu debba dargli tutta la tua attenzione. Lo vedi? Lo senti? Ascoltalo? Lo capisci? Conosci la sua voce? O le molte voci intorno a te ti portano via dalle verità profonde, profonde e trasformatrici che Egli desidera comunicarti?

Rifletti, oggi, sul fatto che Dio sta parlando nel profondo della tua anima ogni giorno. Ti sta parlando adesso. E quello che dice è tutto ciò che conta davvero nella vita. L’Avvento è un momento, più di ogni altro, per rinnovare il proprio impegno ad ascoltare, essere attenti e rispondere. Non restare addormentato. Svegliati e sii diligentemente attento alla voce profonda di nostro Signore.

Vieni, Signore Gesù! Venire! Possa questo Avvento essere un momento di profondo rinnovamento nella mia vita, caro Signore. Possa essere un momento in cui mi sforzo con tutto il cuore di cercare la Tua voce gentile e profonda. Dammi la grazia, caro Signore, di allontanarmi dai tanti rumori del mondo che competono per la mia attenzione e di rivolgermi solo a Te ea tutto quello che vuoi dire. Vieni, Signore Gesù, vieni più profondamente nella mia vita durante questo tempo di Avvento. Gesù io credo in te.

Meditazione del giorno: l'unico vero segno della croce

Meditazione del giorno: l'unico vero segno della croce

Meditazione del giorno: pregare il Padre nostro

Meditazione del giorno: pregare il Padre nostro

Meditazione del giorno: la Chiesa prevarrà sempre

Meditazione del giorno: la Chiesa prevarrà sempre

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto

Meditazione del giorno: il potere trasformante del digiuno

Meditazione del giorno: il potere trasformante del digiuno

Meditazione del giorno: l'amore profondo scaccia la paura

Meditazione del giorno: l'amore profondo scaccia la paura

Sesta domenica del tempo ordinario: tra le prime a testimoniare

Sesta domenica del tempo ordinario: tra le prime a testimoniare