Rifletti, oggi, sul tuo approccio al digiuno e ad altre pratiche penitenziali

“Gli invitati al matrimonio possono digiunare mentre lo sposo è con loro? Finché hanno lo sposo con sé non possono digiunare. Ma verranno i giorni in cui lo sposo sarà loro tolto, e allora digiuneranno in quel giorno. Marco 2: 19-20

Il passaggio sopra rivela la risposta di Gesù ai discepoli di Giovanni Battista e ad alcuni farisei che interrogano Gesù sul digiuno. Sottolineano che i discepoli di Giovanni e i farisei seguono le leggi giudaiche sul digiuno, ma i discepoli di Gesù no. La risposta di Gesù va al cuore della nuova legge sul digiuno.

Il digiuno è una meravigliosa pratica spirituale. Aiuta a rafforzare la volontà contro le tentazioni carnali disordinate e aiuta a portare purezza alla propria anima. Ma è necessario sottolineare che il digiuno non è una realtà eterna. Un giorno, quando saremo faccia a faccia con Dio in cielo, non ci sarà più bisogno di digiunare o fare alcuna forma di penitenza. Ma mentre siamo sulla terra, lotteremo, cadremo e perderemo la nostra strada, e una delle migliori pratiche spirituali per aiutarci a tornare a Cristo è la preghiera e il digiuno insieme.

Il digiuno diventa necessario “quando lo sposo viene portato via”. In altre parole, il digiuno è necessario quando pecchiamo e la nostra unione con Cristo inizia a svanire. È allora che il sacrificio personale del digiuno aiuta ad aprire di nuovo i nostri cuori al nostro Signore. Ciò è particolarmente vero quando le abitudini del peccato si formano e diventano profondamente radicate. Il digiuno aggiunge molto potere alla nostra preghiera e distende le nostre anime in modo da poter ricevere il “vino nuovo” della grazia di Dio dove ne abbiamo più bisogno.

Rifletti, oggi, sul tuo approccio al digiuno e ad altre pratiche penitenziali. Sei veloce? Fate sacrifici regolari per rafforzare la vostra volontà e aiutarvi a rivolgervi più pienamente a Cristo? O questa sana pratica spirituale è stata in qualche modo trascurata nella tua vita? Rinnova il tuo impegno in questo santo sforzo oggi e Dio opererà con forza nella tua vita.

Signore, apro il mio cuore al vino nuovo di grazia che vuoi versare su di me. Aiutami ad essere adeguatamente disposto a questa grazia e ad usare ogni mezzo necessario per aprirmi di più a Te. Aiutami, in particolare, a impegnarmi nella meravigliosa pratica spirituale del digiuno. Possa questo atto di mortificazione nella mia vita portare frutti abbondanti per il Tuo Regno. Gesù io credo in te.

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

La perfezione dell'amore, meditazione del giorno

La perfezione dell'amore, meditazione del giorno

Maltrattamenti: come guarire dalle conseguenze

Maltrattamenti: come guarire dalle conseguenze

Oltre il perdono, meditazione del giorno

Oltre il perdono, meditazione del giorno

Fare l'elemosina è una forma corretta di carità?

Fare l'elemosina è una forma corretta di carità?

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto