Rifletti oggi, sulla fede della donna del Vangelo del giorno

Ben presto una donna la cui figlia aveva uno spirito impuro seppe parlare di lui. Lei venne e cadde ai suoi piedi. La donna era greca, siro-fenicia di nascita, e lo pregò di scacciare il demone da sua figlia. Marco 7: 25–26 L’amore di un genitore è potente. E la donna in questa storia ama chiaramente sua figlia. È quell’amore che spinge questa madre a cercare Gesù nella speranza che Lui libererà sua figlia dal demone che la possedeva. È interessante notare che questa donna non era di fede ebraica. Era una gentile, una straniera, ma la sua fede era molto reale e molto profonda. Quando Gesù incontrò per la prima volta questa donna, lo pregò di liberare sua figlia dal demone. La risposta di Gesù all’inizio fu sorprendente. Le disse: “Lascia che i bambini vengano nutriti prima. Perché non è giusto prendere il cibo dei bambini e gettarlo ai cani “. In altre parole, Gesù stava dicendo che la sua missione era prima presso il popolo di Israele, il popolo eletto della fede ebraica. Erano i “bambini” di cui parlava Gesù, e i gentili, come questa donna, erano quelli indicati come “i cani”. Gesù parlò in questo modo a questa donna non per scortesia, ma perché poteva vedere la sua fede profonda e voleva darle l’opportunità di manifestare quella fede affinché tutti la vedessero. E così ha fatto.

La donna ha risposto a Gesù, “Signore, anche i cani sotto il tavolo mangiano gli avanzi dei bambini”. Le sue parole non erano solo eccezionalmente umili, ma erano anche basate su una fede profonda e un profondo amore per sua figlia. Di conseguenza, Gesù risponde con generosità e libera immediatamente sua figlia dal demone. Nella nostra vita, è facile cadere nella trappola di pensare che meritiamo la misericordia di Dio. Possiamo pensare di avere diritto alla grazia di Dio. E anche se Gesù desidera profondamente riversare la sua grazia e misericordia in sovrabbondanza sulle nostre vite, è essenziale che comprendiamo pienamente la nostra indegnità davanti a Lui. L’indole del cuore di questa donna costituisce per noi un perfetto esempio di come dobbiamo venire al nostro Signore. Rifletti, oggi, sul bellissimo esempio di questa donna di profonda fede. Leggi in preghiera le sue parole ancora e ancora. Cerca di capire la sua umiltà, la sua speranza e il suo amore per sua figlia. Mentre lo fai, prega di poter imitare la sua bontà in modo da condividere le benedizioni che lei e sua figlia hanno ricevuto.

Mio misericordioso Signore, confido nel tuo amore perfetto per me e per tutti i popoli. Prego specialmente per coloro che portano pesanti fardelli e per coloro la cui vita è profondamente intrecciata con il male. Ti preghiamo di liberarli, caro Signore, e di accoglierli nella Tua famiglia in modo che diventino veri figli di Tuo Padre. Possa io avere l’umiltà e la fede di cui ho bisogno per contribuire a portare questa abbondanza di grazia per gli altri. Gesù io credo in te.

Meditazione di oggi: la santa ira di Dio

Meditazione di oggi: la santa ira di Dio

Meditazione di oggi: consolazione per il peccatore pentito

Meditazione di oggi: consolazione per il peccatore pentito

Costruire il regno, meditazione del giorno

Costruire il regno, meditazione del giorno

La famiglia: quanto è importante oggi?

La famiglia: quanto è importante oggi?

Meditazione del giorno: un potente contrasto

Meditazione del giorno: un potente contrasto

Meditazione: di fronte alla croce con coraggio e amore

Meditazione: di fronte alla croce con coraggio e amore

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria