Rifletti, oggi, sulla tua chiamata a crescere in fortezza e audacia per vincere il male

“Dai giorni di Giovanni Battista fino ad ora, il Regno dei cieli subisce violenza, e i violenti la prendono con la forza”. Matteo 11:12

Sei tra coloro che sono “violenti” e stanno prendendo il Regno dei Cieli “con la forza?” Se tutto va bene lo sei!

Di tanto in tanto le parole di Gesù sono difficili da capire. Questo passaggio sopra ci presenta una di quelle situazioni. Di questo brano, san Josemaría Escrivá afferma che i “violenti” sono cristiani che hanno “fortezza” e “audacia” quando l’ambiente in cui si trovano è ostile alla fede (vedi Christ is Passing By, 82). San Clemente d’Alessandria dice che il Regno dei Cieli appartiene “a coloro che combattono contro se stessi” ( Quis dives salvetur, 21). In altre parole, i “violenti” che stanno prendendo il Regno dei Cieli sono coloro che combattono con forza contro i nemici della loro anima per ottenere il Regno dei Cieli.

Quali sono i nemici dell’anima? Tradizionalmente parliamo del mondo, della carne e del diavolo. Questi tre nemici hanno causato molta violenza nelle anime dei cristiani che si sforzano di vivere nel Regno di Dio. Allora come combattiamo per il Regno? Con la forza! Alcune traduzioni dicono che gli “aggressori” stanno prendendo il Regno con la forza. Ciò significa che la vita cristiana non può essere puramente passiva. Non possiamo semplicemente sorridere alla nostra strada verso il paradiso. I nemici della nostra anima sono reali e sono aggressivi. Pertanto, dobbiamo anche diventare aggressivi, nel senso che dobbiamo affrontare direttamente questi nemici con la fortezza e l’audacia di Cristo.

Come facciamo questo? Affrontiamo il nemico della carne con il digiuno e l’abnegazione. Affrontiamo il mondo rimanendo radicati nella verità di Cristo, la verità del Vangelo, rifiutando di conformarci alla “saggezza” dell’epoca. E affrontiamo il diavolo diventando consapevoli dei suoi piani malvagi per ingannarci, confonderci e fuorviarci in ogni cosa per rimproverarlo e rifiutare le sue azioni nella nostra vita.

Rifletti, oggi, sulla tua chiamata a crescere in fortezza e audacia in modo da combattere quei nemici che attaccano all’interno. La paura è inutile in questa battaglia. La fiducia nel potere e nella misericordia del nostro Signore Gesù Cristo è l’unica arma di cui abbiamo bisogno. Affidati a Lui e non cedere ai molti modi in cui questi nemici cercano di derubarti della pace di Cristo.

Mio glorioso e vittorioso Signore, confido in te per riversare la tua grazia in modo che io possa resistere forte contro il mondo, le tentazioni della mia carne e il diavolo stesso. Dammi coraggio, audacia e fortezza in modo che possa combattere il buon combattimento della fede e non esitare mai dal cercare Te e la tua santissima volontà per la mia vita. Gesù io credo in te.

Il suicidio: segnali d'allarme e prevenzione

Il suicidio: segnali d'allarme e prevenzione

Meditazione del giorno: la vera grandezza

Meditazione del giorno: la vera grandezza

Relazioni a distanza, come gestirle?

Relazioni a distanza, come gestirle?

Meditazione: la misericordia va in entrambe le direzioni

Meditazione: la misericordia va in entrambe le direzioni

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

Meditazione del giorno: pregare per la volontà di Dio

Meditazione del giorno: pregare per la volontà di Dio