Rifletti, oggi, sulla tua chiamata nella vita

Quando Gesù alzò lo sguardo, vide alcune persone ricche che mettevano le loro offerte nel tesoro e notò una povera vedova che metteva due piccole monete. Disse: “In verità vi dico, questa povera vedova ha messo più di tutto il resto; per quegli altri hanno tutti fatto offerte dalla loro ricchezza in eccesso, ma lei, dalla sua povertà, ha offerto tutto il suo sostentamento “. Luca 21: 1-4

Ha davvero dato più di tutto il resto? Secondo Gesù, l’ha fatto! Allora come può essere? Questo brano evangelico ci rivela come Dio vede il nostro dare rispetto alla visione mondana.

Cosa significa dare e generosità? Si tratta di quanti soldi abbiamo? O è qualcosa di più profondo, qualcosa di più interno? Certamente è quest’ultimo.

Dare, in questo caso, è in riferimento al denaro. Ma questa è semplicemente un’illustrazione di tutte le forme di donazione che siamo chiamati a offrire. Ad esempio, siamo anche chiamati a donare il nostro tempo e i nostri talenti a Dio per l’amore degli altri, l’edificazione della Chiesa e la diffusione del Vangelo.

Guarda il dare da questa prospettiva. Considera la donazione di alcuni dei grandi santi che hanno vissuto vite nascoste. Santa Teresa di Lisieux, ad esempio, ha dato la sua vita a Cristo in innumerevoli piccoli modi. Viveva tra le mura del suo convento e aveva poca interazione con il mondo. Pertanto, da una prospettiva mondana, ha dato molto poco e ha fatto poca differenza. Tuttavia, oggi è considerata uno dei più grandi dottori della Chiesa grazie al piccolo dono della sua autobiografia spirituale e alla testimonianza della sua vita.

Lo stesso si può dire di te. Forse sei uno che è impegnato in quelle che sembrano essere piccole e insignificanti attività quotidiane. Forse cucinare, pulire, prendersi cura della famiglia e simili occupano la giornata. O forse il tuo lavoro occupa la maggior parte di quello che fai ogni giorno e scopri che ti resta poco tempo per le cose “grandi” offerte a Cristo. La domanda è davvero questa: come vede Dio il tuo servizio quotidiano?

Rifletti, oggi, sulla tua chiamata nella vita. Forse non sei chiamato ad andare avanti e fare “grandi cose” da una prospettiva pubblica e mondana. O forse non fai nemmeno “grandi cose” visibili all’interno della Chiesa. Ma ciò che Dio vede sono gli atti d’amore quotidiani che fai nel più piccolo dei modi. Abbracciare il tuo dovere quotidiano, amare la tua famiglia, offrire preghiere quotidiane, ecc., Sono tesori che puoi offrire a Dio ogni giorno. Li vede e, cosa più importante, vede l’amore e la devozione con cui li fai. Quindi non cedere a una nozione falsa e mondana di grandezza. Fai piccole cose con grande amore e darai abbondanza a Dio al servizio della Sua santa volontà.

Signore, oggi e ogni giorno mi dono a Te e al Tuo servizio. Possa io fare tutto ciò che sono chiamato a fare con grande amore. Per favore, continua a mostrarmi il mio dovere quotidiano e aiutami ad accettare quel dovere in accordo con la Tua santa volontà. Gesù io credo in te.

Riflessione sul Vangelo del giorno: 23 Gennaio 2021

Riflessione sul Vangelo del giorno: 23 Gennaio 2021

Rifletti, oggi, sul tuo dovere di condividere il Vangelo con gli altri

Rifletti, oggi, sul tuo dovere di condividere il Vangelo con gli altri

Il commento al Vangelo di oggi 20 Gennaio 2021 di don Luigi Maria Epicoco

Il commento al Vangelo di oggi 20 Gennaio 2021 di don Luigi Maria Epicoco

Rifletti, oggi, sulla tua anima e sui tuoi rapporti con gli altri con la massima onestà possibile

Rifletti, oggi, sulla tua anima e sui tuoi rapporti con gli altri con la massima onestà possibile

Riflessione al vangelo del giorno: 19 Gennaio 2021

Riflessione al vangelo del giorno: 19 Gennaio 2021

Rifletti, oggi, sul tuo approccio al digiuno e ad altre pratiche penitenziali

Rifletti, oggi, sul tuo approccio al digiuno e ad altre pratiche penitenziali

Rifletti, oggi, sull'importanza di rimproverare con sicurezza il maligno

Rifletti, oggi, sull'importanza di rimproverare con sicurezza il maligno