Rifletti, oggi, sull’approccio al contrario adottato dai farisei quando si trovarono di fronte a una domanda difficile

“Da dove veniva il battesimo di Giovanni? Era di origine celeste o umana? ” Ne discussero tra di loro e dissero: “Se diciamo ‘Di origine celeste’, ci dirà: ‘Allora perché non gli avete creduto?’ Ma se diciamo: “Di origine umana”, temiamo la folla, perché tutti considerano Giovanni un profeta “. Così dissero a Gesù in risposta: “Non lo sappiamo”. Matteo 21: 25–27

Questo è un perfetto esempio di come non vivere la tua vita. Ma, purtroppo, questo è troppo spesso un esempio del modo in cui molte autorità vivono le loro vite. In questo brano evangelico, vediamo i farisei agire come quelli che potremmo definire “politici religiosi”. Un politico religioso è colui le cui convinzioni religiose sono decise in modo un po ‘arretrato. Idealmente, volteremo i nostri occhi a Cristo ea tutto ciò che ci ha rivelato. Questo produrrà il dono glorioso della fede autentica, e da quel fondamento di fede di roccia, agiamo. Ma i farisei permettevano che le loro “convinzioni” fossero basate su ciò che ritenevano avrebbe prodotto il miglior risultato in quel momento. Scelsero di dire “Non sappiamo” da dove provenisse il battesimo di Giovanni perché pensavano che fosse la risposta che più li salvaguardava da qualsiasi critica.

Come seguaci di Cristo, dobbiamo essere pronti e disposti a subire qualsiasi ridicolo che deriva dal vivere le nostre convinzioni di fede in modo aperto. La fede condurrà alla carità e la carità sarà sempre fondata sulle verità della fede. Ma quando viviamo e proclamiamo la verità, saremo criticati da alcuni e di conseguenza soffriremo.

Questo Vangelo offre a tutti noi un invito a riflettere sulle difficili verità dei nostri giorni e della nostra epoca ea decidere se siamo o meno disposti a professare pubblicamente la verità. Pensa, in particolare, alle molte verità morali della nostra fede che sembrano essere continuamente sotto attacco. Sei disposto a esprimere la tua fede in modo chiaro, con carità e con convinzione, anche se ciò significa critiche dal mondo?

Rifletti, oggi, sull’approccio al contrario adottato dai farisei quando si trovarono di fronte a una domanda difficile. Fai la scelta di non seguire il loro esempio, scegliendo invece le convinzioni incrollabili che sei chiamato ad abbracciare dalla tua fede. Quali domande ti vengono poste oggi? In che modo vieni messo alla prova da altri? Qual è il tuo approccio a questi test? Parli più come un “politico religioso?” O parli con una chiarezza che sgorga dalle fondamenta della tua fede?

Mio Signore di tutta la verità, dammi la grazia di cui ho bisogno per restare saldo su tutto ciò che mi hai rivelato. Dammi il coraggio di rimanere saldo nelle convinzioni di fede che mi sono state date da Te. Possa io annunciare questa fede a tutti coloro che incontro, affinché io possa essere uno strumento del tuo amore e della tua misericordia per il mondo. Gesù io credo in te.

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

La perfezione dell'amore, meditazione del giorno

La perfezione dell'amore, meditazione del giorno

Maltrattamenti: come guarire dalle conseguenze

Maltrattamenti: come guarire dalle conseguenze

Oltre il perdono, meditazione del giorno

Oltre il perdono, meditazione del giorno

Fare l'elemosina è una forma corretta di carità?

Fare l'elemosina è una forma corretta di carità?

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto