Rifletti, oggi, sulle tue priorità nella vita. Sei concentrato sulla costruzione di ricchezze eterne?

Perché i bambini di questo mondo sono più prudenti nel trattare con la propria generazione rispetto ai figli della luce.” Luca 16: 8b

Questa frase è la conclusione della parabola del Disonesto Steward. Gesù disse questa parabola come un modo per evidenziare il fatto che i “figli del mondo” hanno davvero successo nella manipolazione delle cose del mondo, mentre i “figli della luce” non sono così scaltri quando si tratta di cose del mondo. Allora cosa ci dice?

Certamente non ci dice che dovremmo entrare in una vita mondana sforzandoci di vivere secondo gli standard mondani e lavorando per obiettivi mondani. Infatti, riconoscendo questo fatto riguardo al mondano, Gesù ci presenta un forte contrasto su come dovremmo pensare e agire. Siamo chiamati ad essere i figli della luce. Pertanto, non dovremmo sorprenderci affatto se non abbiamo tanto successo nelle cose mondane come lo sono gli altri che sono immersi nella cultura secolare.

Ciò è particolarmente vero quando guardiamo ai numerosi “successi” di coloro che sono completamente immersi nel mondo e nei valori del mondo. Alcuni riescono ad ottenere grandi ricchezze, potere o prestigio essendo accorti nelle cose di questa epoca. Lo vediamo soprattutto nella cultura pop. Prendiamo, ad esempio, l’industria dell’intrattenimento. Ci sono molti che hanno abbastanza successo e sono popolari agli occhi del mondo e possiamo tendere ad avere una certa invidia nei loro confronti. Paragonalo a coloro che sono pieni di virtù, umiltà e bontà. Spesso scopriamo che passano inosservati.

Quindi cosa dovremmo fare? Dovremmo usare questa parabola per ricordare a noi stessi che tutto ciò che conta, alla fine, è ciò che Dio pensa. Come ci vede Dio e lo sforzo che diamo nel vivere una vita santa? Come figli della luce, dobbiamo lavorare solo per ciò che è eterno, non per ciò che è mondano e transitorio. Dio provvederà ai nostri bisogni mondani se riponiamo la nostra fiducia in Lui. Potremmo non ottenere grandi successi in accordo con gli standard mondani, ma otterremo la grandezza riguardo a tutto ciò che conta veramente e tutto ciò che è eterno.

Rifletti, oggi, sulle tue priorità nella vita. Sei concentrato sulla costruzione di ricchezze eterne? Oppure ti ritrovi continuamente coinvolto nelle manipolazioni e nelle astuzie che hanno come obiettivo solo il successo mondano? Sforzati di ottenere ciò che è eterno e sarai eternamente grato.

Signore, aiutami a tenere gli occhi sul cielo. Aiutami ad essere uno che è saggio nelle vie della grazia, della misericordia e della bontà. Quando sono tentato di vivere solo per questo mondo, aiutami a vedere cosa ha il vero valore e rimani concentrato solo su quello. Gesù io credo in te.

Il suicidio: segnali d'allarme e prevenzione

Il suicidio: segnali d'allarme e prevenzione

Meditazione del giorno: la vera grandezza

Meditazione del giorno: la vera grandezza

Relazioni a distanza, come gestirle?

Relazioni a distanza, come gestirle?

Meditazione: la misericordia va in entrambe le direzioni

Meditazione: la misericordia va in entrambe le direzioni

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

Meditazione del giorno: pregare per la volontà di Dio

Meditazione del giorno: pregare per la volontà di Dio