Rifletti, oggi, sull’importanza di rimproverare con sicurezza il maligno

Quando fu sera, dopo il tramonto, gli portarono tutti coloro che erano ammalati o posseduti dai demoni. L’intera città era riunita alla porta. Guarì molti malati di varie malattie e scacciò molti demoni, non permettendo loro di parlare perché lo conoscevano. Marco 1: 32–34

Oggi leggiamo che Gesù ancora una volta “scacciò molti demoni …” Il passaggio poi aggiunge: “… non permettendo loro di parlare perché lo conoscevano”.

Perché Gesù non avrebbe permesso a questi demoni di parlare? Molti dei primi padri della Chiesa spiegano che anche se i demoni avevano una comprensione che Gesù era il Messia promesso, non capivano pienamente cosa significasse e come avrebbe realizzato la Sua vittoria finale. Pertanto, Gesù non voleva che dicessero solo mezze verità su di lui, come spesso fa il maligno, fuorviando così le persone. Quindi Gesù proibì sempre a questi demoni di parlare di lui pubblicamente.

È importante capire che tutti gli spiriti demoniaci non sono riusciti a capire la piena verità che sarebbe stata la morte di Gesù che alla fine distruggerà la morte stessa e libererà tutte le persone. Per questo motivo, vediamo che queste forze diaboliche hanno continuamente cospirato contro Gesù e hanno cercato di attaccarlo per tutta la vita. Aizzarono Erode quando Gesù era un bambino, cosa che lo costrinse all’esilio in Egitto. Satana stesso tentò Gesù appena prima dell’inizio del Suo ministero pubblico per cercare di dissuaderlo dalla Sua missione. C’erano molte forze diaboliche che attaccavano continuamente Gesù durante il Suo ministero pubblico, specialmente attraverso la continua ostilità dei capi religiosi dell’epoca. E si può presumere che questi demoni inizialmente pensassero di aver vinto la battaglia quando realizzarono il loro obiettivo di far crocifiggere Gesù.

La verità, tuttavia, è che la saggezza di Gesù ha continuamente confuso questi demoni e alla fine ha trasformato il loro atto malvagio di averlo crocifisso in una vittoria finale sul peccato e sulla morte stessa risorgendo dai morti. Satana ei suoi demoni sono reali, ma rispetto alla verità e alla saggezza di Dio, queste forze diaboliche rivelano la loro totale stoltezza e debolezza. Proprio come Gesù, dobbiamo rimproverare questi tentatori nella nostra vita e comandare loro di tacere. Troppo spesso permettiamo alle loro mezze verità di fuorviarci e di confonderci.

Rifletti, oggi, sull’importanza di rimproverare con sicurezza il maligno e le molte bugie in cui ci tenta a credere. Rimproveralo con la verità e l’autorità di Cristo e non prestare attenzione a ciò che dice.

Mio prezioso e onnipotente Signore, mi rivolgo a Te e solo a Te come fonte di tutta la Verità e pienezza della Verità. Possa io ascoltare solo la tua voce e respingere i molti inganni del maligno e dei suoi demoni. Nel Tuo prezioso nome, Gesù, rimprovero satana e tutti gli spiriti maligni, le loro bugie e le loro tentazioni. Mando questi spiriti ai piedi della Tua Croce, caro Signore, e apro la mia mente e il mio cuore solo a Te. Gesù io credo in te.

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

La perfezione dell'amore, meditazione del giorno

La perfezione dell'amore, meditazione del giorno

Maltrattamenti: come guarire dalle conseguenze

Maltrattamenti: come guarire dalle conseguenze

Oltre il perdono, meditazione del giorno

Oltre il perdono, meditazione del giorno

Fare l'elemosina è una forma corretta di carità?

Fare l'elemosina è una forma corretta di carità?

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto