Sai qual è il più grande mistero della Santa Messa?

Il Santo Sacrificio della Messa è il modo principale che abbiamo noi Cristiani per adorare Dio.

Attraverso di essa si ricevono le Grazie necessarie per lottare contro i peccati e per chiedere il perdono dei peccati veniali; per mantenere una profonda comunione con Dio, con i fratelli e le sorelle.

Attraverso il Santo Sacrificio si può anche placare l’ira divina, celebrare la gloria di Dio in Gesù Cristo, nella Vergine Maria e nei Santi; possiamo anche portare anime dal purgatorio al cielo.

La Messa fu istituita da Dio stesso, Gesù Cristo, nell’Ultima Cena, come modo per mantenere presente e vivo, rendendolo perpetuo, il Santo Sacrificio della Croce che avrebbe compiuto, a favore della salvezza dell’umanità caduta nel peccato.

Versando il suo sangue, Gesù espiò definitivamente ogni colpa, pagò tutti i debiti, asciugò tutte le lacrime, purificò tutto ciò che era impuro, santificò tutti coloro che caddero nel peccato.

Da quel Sacrificio deriva la scelta: o abbracciare il Regno di Dio (attraverso il battesimo, l’esperienza dei sacramenti e la fuga dal peccato) o il regno di Satana (vivere secondo la nostra volontà, senza pentimento).

Nella Messa riviviamo quel momento di Salvezza. Il Corpo di Dio e il suo Sangue sono separati, cioè c’è immolazione, anche se la vittima, Nostro Signore Gesù Cristo, viene uccisa in modo incruento (senza dolore).

Possiamo dire che la Messa è la celebrazione e il ricordo della morte in Croce di Gesù. Con la morte di Cristo celebriamo la sua gloriosa Risurrezione, ma questo non fa della Messa una “festa”, ma un momento di adorazione e contemplazione della gloria di Dio, che è una “festa”, ma non come la concepiamo oggi.

Così, la domenica è il giorno in cui noi Cristiani ci riuniamo per celebrare Dio morto e risorto, per ricordare gli eroi della Fede e per comunicare con il Signore al banchetto eucaristico.

È anche un momento di fraterna comunione e di riposo e di gioia per tutta la comunità. In altre parole, non andare alla Santa Messa la domenica è un ‘peccato mortale’, poiché incide direttamente sul terzo comandamento della legge di Dio: “Ricordati di santificare le feste”.

San Pio da Pietrelcina disse che dobbiamo partecipare alla Messa “come hanno partecipato la Beata Vergine e le pie donne. Come San Giovanni Evangelista ha assistito al Sacrificio Eucaristico e al sanguinoso Sacrificio della Croce”.

Sai chi è il Santo che, per primo, usò il termine 'Cristiani'?

Sai chi è il Santo che, per primo, usò il termine 'Cristiani'?

Quanto tempo Cristo resta nell'Eucaristia dopo avere ricevuto la Comunione?

Quanto tempo Cristo resta nell'Eucaristia dopo avere ricevuto la Comunione?

Le ultime parole di Cristo sulla Croce, ecco quali sono state

Le ultime parole di Cristo sulla Croce, ecco quali sono state

Cosa sono i peccati veniali? Qualche esempio per riconoscerli

Cosa sono i peccati veniali? Qualche esempio per riconoscerli

Spirito Santo, ci sono 5 cose che (forse) non sai, eccole

Spirito Santo, ci sono 5 cose che (forse) non sai, eccole

Perché il periodo di digiuno e preghiera deve durare 40 giorni?

Perché il periodo di digiuno e preghiera deve durare 40 giorni?

Dieci modi per celebrare maggio, il mese di Maria

Dieci modi per celebrare maggio, il mese di Maria