san cirillo

San Cirillo di Gerusalemme, santo del giorno

San Cirillo di Gerusalemme: Le crisi che la Chiesa deve affrontare oggi possono sembrare minori se confrontate con la minaccia rappresentata dall’eresia ariana, che negò la divinità di Cristo e quasi vinse il cristianesimo nel IV secolo. Cirillo sarebbe stato coinvolto nella controversia, accusato di arianesimo da San Girolamo, e alla fine rivendicato sia dagli uomini del suo tempo sia per essere stato dichiarato Dottore della Chiesa nel 1822.

Bibbia

Cresciuto a Gerusalemme e istruito, soprattutto nelle Scritture, ordinato sacerdote dal vescovo di Gerusalemme e incaricato durante la Quaresima di catechizzare coloro che si preparavano al Battesimo e catechizzare i neo battezzati durante il tempo pasquale. Le sue Catechesi rimangono preziose come esempi del rito e della teologia della Chiesa nella metà del IV secolo.

Ci sono rapporti contrastanti sulle circostanze in cui è diventato vescovo di Gerusalemme. È certo che validamente consacrato dai vescovi della provincia. Poiché uno di loro era un ariano, Acacio, ci si poteva aspettare che sarebbe seguita la sua “cooperazione”. Presto sorse il conflitto tra Cirillo e Acacio, vescovo della vicina sede rivale di Cesarea. Cirillo convocato a un concilio, accusato di insubordinazione e di vendita di proprietà della Chiesa per alleviare i poveri. Probabilmente, però, si trattava anche di una differenza teologica. Condannato, cacciato da Gerusalemme e in seguito rivendicato, non senza qualche associazione e aiuto da parte dei Semi-ariani. Metà del suo episcopato speso in esilio; la sua prima esperienza è stata ripetuta due volte. Alla fine tornò per trovare Gerusalemme lacerata da eresia, scisma e conflitto, e devastata dal crimine.

San Cirillo di Gerusalemme

Entrambi andarono al Concilio di Costantinopoli, dove la forma modificata del Credo niceno fu promulgata nel 381. Cirillo accettò la parola consustanziale, cioè Cristo è della stessa sostanza o natura del Padre. Alcuni hanno detto che era un atto di pentimento, ma i vescovi del Concilio lo hanno elogiato come un campione dell’ortodossia contro gli ariani. Sebbene non sia amico del più grande difensore dell’ortodossia contro gli ariani, Cirillo può essere annoverato tra coloro che Atanasio chiamava “fratelli, che intendono ciò che intendiamo, e differiscono solo per la parola consustanziale “.

croce e mani

Riflessione: Coloro che immaginano che la vita dei santi sia semplice e placida, non toccata dal volgare alito delle polemiche, rimane bruscamente scioccato dalla storia. Tuttavia, non dovrebbe sorprendere che i santi, anzi tutti i cristiani, sperimenteranno le stesse difficoltà del loro Maestro. La definizione di verità è una ricerca infinita e complessa, e uomini e donne buoni hanno sofferto sia le controversie che gli errori. I blocchi intellettuali, emotivi e politici possono rallentare persone come Cirillo per un pò. Ma le loro vite nel loro insieme sono monumenti all’onestà e al coraggio.

29 aprile Caterina da Siena chi è oggi

29 aprile Caterina da Siena chi è oggi

San Turibio di Mogrovejo, santo del giorno

San Turibio di Mogrovejo, santo del giorno

Beato Giovanni da Parma: il santo del giorno

Beato Giovanni da Parma: il santo del giorno

Santo del giorno: San Salvatore di Horta

Santo del giorno: San Salvatore di Horta

Santo del giorno: San Giuseppe, sposo di Maria

Santo del giorno: San Giuseppe, sposo di Maria

San Cirillo di Gerusalemme, santo del giorno

San Cirillo di Gerusalemme, santo del giorno

Santo del giorno: San Leandro di Siviglia

Santo del giorno: San Leandro di Siviglia