Santo del giorno per il 4 gennaio: storia di Santa Elisabetta Ann Seton

Santo del giorno per il 4 gennaio
(28 agosto 1774-4 gennaio 1821)

Storia di Santa Elisabetta Ann Seton

Madre Seton è una delle chiavi di volta della Chiesa cattolica americana. Ha fondato la prima comunità religiosa femminile americana, le Sisters of Charity. Ha aperto la prima scuola parrocchiale americana e ha fondato il primo orfanotrofio cattolico americano. Tutto questo ha fatto nell’arco di 46 anni mentre allevava i suoi cinque figli.

Elizabeth Ann Bayley Seton è una vera figlia della rivoluzione americana, nata il 28 agosto 1774, appena due anni prima della Dichiarazione di Indipendenza. Per nascita e matrimonio, era legata alle prime famiglie di New York e godeva dei frutti dell’alta società. Cresciuta come convinta episcopaliana, ha imparato il valore della preghiera, della Scrittura e dell’esame di coscienza notturno. Suo padre, il dottor Richard Bayley, non amava molto le chiese, ma era un grande filantropo, insegnando a sua figlia ad amare e servire gli altri.

La morte prematura di sua madre nel 1777 e della sua sorellina nel 1778 diedero a Elisabetta un senso di eternità e temporaneità della vita di pellegrino sulla terra. Lungi dall’essere cupa e cupa, affrontava ogni nuovo “olocausto”, come diceva lei, con speranza e allegria.

A 19 anni, Elizabeth era la bella di New York e sposò un bell’uomo d’affari ricco, William Magee Seton. Avevano cinque figli prima che la sua attività fallisse e morisse di tubercolosi. A 30 anni Elisabetta era vedova, senza un soldo, con cinque figli piccoli da mantenere.

Mentre era in Italia con il marito morente, Elisabetta ha assistito alla cattolicità in azione tramite amici di famiglia. Tre punti fondamentali l’hanno portata a diventare cattolica: la fede nella Presenza Reale, la devozione alla Madre Benedetta e la convinzione che la Chiesa cattolica ricondusse agli apostoli ea Cristo. Molti dei suoi familiari e amici la rifiutarono quando divenne cattolica nel marzo 1805.

Per mantenere i suoi figli, ha aperto una scuola a Baltimora. Fin dall’inizio, il suo gruppo ha seguito le linee di una comunità religiosa, che è stata ufficialmente fondata nel 1809.

Le mille o più lettere di Madre Seton rivelano lo sviluppo della sua vita spirituale dalla ordinaria bontà all’eroica santità. Ha sofferto grandi prove di malattia, incomprensioni, la morte di persone care (suo marito e due giovani figlie) e l’angoscia di un figlio ribelle. Morì il 4 gennaio 1821 e divenne la prima cittadina americana ad essere beatificata (1963) e poi canonizzata (1975). È sepolta a Emmitsburg, nel Maryland.

Riflessione

Elizabeth Seton non aveva doni straordinari. Non era una mistica o una stigmatica. Non profetizzava né parlava in lingue. Aveva due grandi devozioni: l’abbandono alla volontà di Dio e un amore ardente per il Santissimo Sacramento. Ha scritto a un’amica, Julia Scott, che avrebbe preferito scambiare il mondo con una “grotta o un deserto”. “Ma Dio mi ha dato molto da fare, e ho sempre e spero sempre di preferire la sua volontà a ogni mio desiderio”. Il suo marchio di santità è aperto a tutti se amiamo Dio e facciamo la sua volontà.

La perversione: attribuita alla Chiesa Cattolica

La perversione: attribuita alla Chiesa Cattolica

La croce: simbolo religioso della cristianità

La croce: simbolo religioso della cristianità

Il mese di marzo è dedicato a San Giuseppe

Il mese di marzo è dedicato a San Giuseppe

Il buddismo alla luce della nostra fede cattolica

Il buddismo alla luce della nostra fede cattolica

I pettegolezzi sono un peccato?

I pettegolezzi sono un peccato?

Chiesa: la verginità consacrata

Chiesa: la verginità consacrata

Santa Faustina ci dice come pregare per gli altri

Santa Faustina ci dice come pregare per gli altri