Santo del giorno per il 5 dicembre: la storia di San Saba

Santo del giorno per il 5 dicembre
(439 – 5 dicembre 532)

La storia di San Saba

Nato in Cappadocia, Sabas è uno dei patriarchi più apprezzati tra i monaci della Palestina ed è considerato uno dei fondatori del monachesimo orientale.

Dopo un’infanzia infelice in cui è stato abusato ed è scappato più volte, Sabas ha finalmente cercato rifugio in un monastero. Mentre i membri della famiglia cercavano di persuaderlo a tornare a casa, il ragazzo si sentiva attratto dalla vita monastica. Sebbene fosse il monaco più giovane della casa, eccelleva in virtù.

All’età di 18 anni si recò a Gerusalemme, cercando di imparare di più sul vivere in solitudine. Ben presto chiese di essere accettato come discepolo di un noto solitario locale, sebbene inizialmente fosse considerato troppo giovane per vivere completamente da eremita. Inizialmente, Sabas viveva in un monastero, dove lavorava durante il giorno e trascorreva gran parte della notte in preghiera. All’età di 30 anni gli fu dato il permesso di trascorrere cinque giorni ogni settimana in una vicina grotta remota, impegnandosi nella preghiera e nel lavoro manuale sotto forma di cesti intrecciati. Dopo la morte del suo mentore, sant’Eutimio, Sabas si spostò più lontano nel deserto vicino a Gerico. Lì ha vissuto per diversi anni in una grotta vicino al ruscello Cedron. Una corda era il suo mezzo di accesso. Erbe selvatiche tra le rocce erano il suo cibo. Di tanto in tanto gli uomini gli portavano altro cibo e oggetti, mentre doveva andare lontano per la sua acqua.

Alcuni di questi uomini vennero da lui desiderosi di unirsi a lui nella sua solitudine. All’inizio ha rifiutato. Ma non molto tempo dopo aver ceduto, i suoi seguaci aumentarono a più di 150, tutti vivendo in capanne individuali raggruppate attorno a una chiesa, chiamata laura .

Il vescovo persuase un riluttante Sabas, allora poco più che cinquantenne, a prepararsi per il sacerdozio in modo che potesse servire meglio la sua comunità monastica nella leadership. Pur lavorando come abate in una grande comunità di monaci, si è sentito sempre chiamato a vivere la vita di un eremita. Durante ogni anno, costantemente durante la Quaresima, lasciò i suoi monaci per lunghi periodi di tempo, spesso con loro angoscia. Un gruppo di 60 uomini ha lasciato il monastero, stabilendosi in una vicina struttura in rovina. Quando Sabas seppe delle difficoltà che stavano affrontando, diede loro generosamente provviste e assistette alla riparazione della loro chiesa.

Nel corso degli anni Saba viaggiò in tutta la Palestina, predicando la vera fede e riportando con successo molti alla Chiesa. All’età di 91 anni, in risposta a un appello del Patriarca di Gerusalemme, Sabas intraprese un viaggio a Costantinopoli in concomitanza con la rivolta samaritana e la sua violenta repressione. Si ammalò e subito dopo il suo ritorno morì nel monastero di Mar Saba. Oggi il monastero è ancora abitato dai monaci della Chiesa ortodossa orientale e San Saba è considerato una delle figure più degne di nota del primo monachesimo.

Riflessione

Pochi di noi condividono il desiderio di Sabas di una grotta nel deserto, ma la maggior parte di noi a volte si risente delle richieste che gli altri ripongono nel nostro tempo. Sabas lo capisce. Quando finalmente ottenne la solitudine che desiderava, una comunità iniziò immediatamente a raccogliersi intorno a lui, e fu costretto a ricoprire un ruolo di leadership. Si pone come un modello di paziente generosità per chiunque il cui tempo ed energia siano richiesti da altri, cioè per tutti noi.

Fede Cristiana: Che cos'è il perdono?

Fede Cristiana: Che cos'è il perdono?

Chiesa: i sogni non sono premonitori

Chiesa: i sogni non sono premonitori

Come posso ottenere risposta alle mie preghiere?

Come posso ottenere risposta alle mie preghiere?

La perversione: attribuita alla Chiesa Cattolica

La perversione: attribuita alla Chiesa Cattolica

La croce: simbolo religioso della cristianità

La croce: simbolo religioso della cristianità

Il mese di marzo è dedicato a San Giuseppe

Il mese di marzo è dedicato a San Giuseppe

Chiesa: differenza tra madrina e comare di fazzoletto

Chiesa: differenza tra madrina e comare di fazzoletto