Scopri come rispondere alla delusione come cristiano

La vita cristiana a volte può sembrare una corsa sulle montagne russe quando forte speranza e fede si scontrano con una realtà inaspettata. Quando le nostre preghiere non ricevono risposta come desideriamo e i nostri sogni si infrangono, la delusione è il risultato naturale. Jack Zavada esamina “La risposta cristiana alla delusione” e offre consigli pratici per trasformare la delusione in una direzione positiva, avvicinandoti a Dio.

La risposta cristiana alla delusione
Se sei un cristiano, conosci bene la delusione. Tutti noi, che siano nuovi cristiani o credenti per tutta la vita, combattiamo sentimenti di delusione quando la vita va storta. In fondo, pensiamo che seguire Cristo dovrebbe darci un’immunità speciale contro i problemi. Siamo come Pietro, che ha cercato di ricordare a Gesù : “Abbiamo lasciato tutto per seguirti”. (Marco 10:28).

Forse non abbiamo lasciato tutto, ma abbiamo fatto alcuni dolorosi sacrifici. Non conta qualcosa? Questo non dovrebbe darci un pass gratuito quando si tratta di delusione?

Conosci già la risposta a questo. Mentre ognuno di noi lotta con le nostre battute d’arresto private, le persone senza Dio sembrano prosperare. Ci chiediamo perché stiano andando così bene e non lo siamo. Combattiamo per la perdita e la delusione e ci chiediamo cosa stia succedendo.

Fare la domanda giusta
Dopo molti anni di sofferenze e frustrazioni, ho finalmente capito che la domanda che dovrei porre a Dio non è ” Perché, Signore? “, Ma piuttosto, “Che ora, Signore?”

Chiedere “Cosa adesso, Signore?” Invece di “Perché, Signore?” È una lezione difficile da imparare. È difficile porre la domanda giusta quando ti senti deluso. È difficile chiedere quando il tuo cuore si sta spezzando. È difficile chiedere “Cosa succede adesso?” Quando i tuoi sogni sono stati infranti.

Ma la tua vita inizierà a cambiare quando inizierai a chiedere a Dio: “Cosa vorresti che facessi adesso, Signore?” Oh certo, ti sentirai ancora arrabbiato o sfiduciato dalle delusioni, ma scoprirai anche che Dio è desideroso di mostrarti cosa vuole che tu faccia dopo. Non solo, ma ti fornirà tutto ciò di cui hai bisogno per farlo.

Dove portare i tuoi mal di cuore
Di fronte ai problemi, la nostra tendenza naturale non è quella di porre la domanda giusta. La nostra tendenza naturale è lamentarsi. Sfortunatamente, attaccarsi ad altre persone raramente aiuta a risolvere i nostri problemi. Invece, tende a scacciare le persone. Nessuno vuole andare in giro con una persona che ha una visione autocommiserante e pessimista della vita.

Ma non possiamo lasciarlo andare. Abbiamo bisogno di versare il nostro cuore a qualcuno. La delusione è un onere troppo pesante da sopportare. Se lasciamo che le delusioni si accumulino, portano allo scoraggiamento. Troppo scoraggiamento porta alla disperazione . Dio non lo vuole per noi. Nella sua grazia, Dio ci chiede di prenderci il nostro cuore.

Se un altro cristiano ti dice che è sbagliato lamentarsi con Dio, manda semplicemente quella persona ai Salmi . Molti di loro, come i Salmi 31, 102 e 109, sono racconti poetici di ferite e rimostranze. Dio ascolta. Preferirebbe che ci svuotassimo il cuore piuttosto che mantenere quell’amarezza dentro. Non è offeso dal nostro scontento.

Lamentarsi con Dio è saggio perché è in grado di fare qualcosa al riguardo, mentre i nostri amici e parenti potrebbero non esserlo. Dio ha il potere di cambiare noi, la nostra situazione o entrambi. Conosce tutti i fatti e conosce il futuro. Sa esattamente cosa bisogna fare.

La risposta a “What Now?”
Quando riversiamo le nostre ferite a Dio e troviamo il coraggio di chiedergli: “Cosa vuoi che faccia ora, Signore?” possiamo aspettarci che risponda. Comunica attraverso un’altra persona, le nostre circostanze, le sue istruzioni (molto raramente), o attraverso la sua Parola, la Bibbia.

La Bibbia è una guida così importante che dovremmo immergerci regolarmente in essa. Si chiama Parola vivente di Dio perché le sue verità sono costanti ma si applicano alle nostre mutevoli situazioni. Puoi leggere lo stesso brano in momenti diversi della tua vita e ottenere ogni volta una risposta diversa – una risposta pertinente. Questo è Dio che parla attraverso la sua Parola.

Cerco la risposta di Dio a “Cosa adesso?” ci aiuta a crescere nella fede . Attraverso l’esperienza, apprendiamo che Dio è degno di fiducia. Può prendere le nostre delusioni e lavorarle per il nostro bene. Quando ciò accade, arriviamo alla sorprendente conclusione che l’ onnipotente Dio dell’universo è dalla nostra parte.

Non importa quanto dolorosa possa essere la tua delusione, la risposta di Dio alla tua domanda di “E adesso, Signore?” inizia sempre con questo semplice comando: “Fidati di me. Fidati di me”.

Jack Zavada ospita un sito Web cristiano per single. Mai sposato, Jack sente che le lezioni vinte duramente che ha imparato possono aiutare altri single cristiani a dare un senso alla loro vita. I suoi articoli ed e-book offrono grande speranza e incoraggiamento. Per contattarlo o per ulteriori informazioni, visita la pagina bio di Jack .

Articoli correlati