Se Adamo ed Eva non avessero peccato, Gesù sarebbe comunque morto?

R. No. La morte di Gesù è stata a causa del nostro peccato. Pertanto, se il peccato non fosse mai entrato nel mondo, Gesù non avrebbe dovuto morire. A questa domanda, tuttavia, si può rispondere solo in modo “teorico” da quando Adamo, Eva e tutti noi abbiamo peccato.

Sebbene a questa domanda sia difficile rispondere in modo breve e semplificato, consideriamo un’analogia. Diciamo che i tuoi genitori hanno mangiato veleno. Il risultato di questo veleno è la morte. L’unica cura per questo veleno è quella di ricevere una trasfusione di sangue nuovo e sano da qualcuno non colpito. Per analogia, potresti dire che Gesù è entrato nel mondo senza alcun effetto di questo “veleno” in modo da poter offrire la divina “trasfusione” ad Adamo ed Eva e tutti i loro discendenti colpiti dal veleno del peccato. Quindi, il sangue di Gesù è ciò che ci guarisce quando riceviamo questo sangue versato dal Sacrificio della Croce. Riceviamo il Suo sangue salvatore accettandolo nella nostra vita, specialmente attraverso i Sacramenti e la fede.

Ma questa domanda solleva un’altra domanda più interessante. Se Adamo ed Eva (e tutti noi che discendevamo da loro) non avessero mai peccato, Dio Figlio sarebbe diventato umano? Avrebbe assunto carne umana attraverso l’Incarnazione della Vergine Maria?

Sebbene la morte di Gesù fosse dovuta al nostro peccato, la sua incarnazione (diventando umano) non fu solo per poter morire per il nostro peccato. Il catechismo della Chiesa cattolica spiega che una delle ragioni principali della sua incarnazione era “per salvarci riconciliandoci con Dio”, ma identifica anche altre tre ragioni: “così che possiamo conoscere l’amore di Dio” ” sii il nostro modello di santità ”; e “per renderci partecipi della natura divina” (Vedi CCC n. 457-460 ).

Pertanto, alcuni ipotizzano che anche se non ci fosse peccato, Dio sarebbe diventato carne per adempiere a questi altri effetti dell’Incarnazione. Forse è un po ‘profondo ed è solo una speculazione, ma è comunque bello riflettere!

Articoli correlati