“Solo Dio è venuto in nostro aiuto”, la storia di Sitara, cristiana perseguitata

In India, da quando ha perso i suoi genitori, Sitara – pseudonimo – 21 anni, si prende cura da sola di suo fratello e sua sorella. Ci sono giorni in cui il cibo è così scarso che vanno a letto affamati. Ma Sitara continua a fidarsi del Signore: qualunque sia la situazione, sa che Dio verrà in suo aiuto.

“Ho conosciuto il Signore da adolescente e da allora non ho mai guardato indietro!”, ha spiegato.

Ha raccontato come è andata da Gesù: “Nostra madre era paralizzata quando eravamo piccoli. Qualcuno poi ha suggerito di portarla in una chiesa dove i cristiani avrebbero pregato per lei. Mia madre rimase nei locali della chiesa per quasi un anno. Ogni giorno la gente veniva a pregare per lei e la domenica tutti i membri della chiesa intercedevano per la sua guarigione. Poco dopo, la sua salute migliorò. Ma non è durata ed è morta”.

“Il suo corpo è stato riportato al villaggio, ma gli abitanti non ci hanno permesso di cremarlo nel cimitero. Ci insultavano e ci chiamavano traditori: ‘Siete diventati cristiani. Riportatela in chiesa e seppellitela lì!'”.

“Finalmente l’abbiamo seppellita nei nostri campi con l’aiuto di alcuni credenti”.

Il padre di Sitara era sconvolto, lui che sperava che sua moglie sarebbe guarita attraverso la preghiera… E ora la sua famiglia è stata completamente respinta dalla sua comunità a causa dei legami con la chiesa! Era furioso e incolpò Sitara per quello che era successo, arrivando al punto di ordinare ai suoi figli di non entrare mai più in contatto con i cristiani.

Ma Sitara non gli ha obbedito: “Anche se mia madre non è sopravvissuta alla sua malattia, sapevo che Dio era vivo. Avevo assaporato il suo amore per me e sapevo che stava riempiendo il vuoto che nient’altro avrebbe potuto riempire”.

Sitara continuò a frequentare di nascosto la chiesa con il fratello e la sorella: “Ogni volta che mio padre lo scopriva, venivamo picchiati, davanti a tutti i nostri vicini. E quel giorno fummo privati ​​della cena”, ha ricordato.

Poi, 6 anni fa, Sitara e i suoi fratelli hanno affrontato la più grande sfida della loro vita… Il loro padre stava tornando dal mercato quando è stato colpito da un arresto cardiaco ed è morto sul colpo. Sitara aveva solo 15 anni all’epoca, suo fratello 9 e sua sorella 2.

La comunità non ha mostrato empatia per i 3 orfani: “Gli abitanti del villaggio, ostili, hanno accusato la nostra fede cristiana di essere responsabile di quanto accaduto nella nostra vita. Si sono rifiutati di far seppellire nostro padre nel crematorio del villaggio. Alcune famiglie cristiane ci hanno aiutato a seppellire nostro padre nei nostri campi, accanto a nostra madre. Ma nessuno degli abitanti del villaggio ha avuto una sola parola gentile per noi!”.

Sitara riassume la sua vita in una frase: “Solo Dio è venuto in nostro aiuto tutto il tempo, e lo fa ancora, anche oggi!“.

Nonostante la sua giovane età e le prove che ha attraversato, Sitara è piena di fede. Ringrazia i partner di Open Doors con i quali è in costante contatto da 2 anni e dichiara con fiducia: “Grazie mille per averci incoraggiato. Sappiamo che Dio è nostro Padre e che ogni volta che abbiamo bisogno di qualcosa, preghiamo e lui ci risponde. Abbiamo sentito la sua presenza anche nelle peggiori circostanze”.

Fonte: PortesOuvertes.fr.

Prete rapito e cuoco ucciso, attacco a una chiesa della Nigeria

Prete rapito e cuoco ucciso, attacco a una chiesa della Nigeria

Cristiani, i numeri terribili delle persecuzioni nel mondo

Cristiani, i numeri terribili delle persecuzioni nel mondo

Quanti missionari Cristiani sono stati uccisi nel 2021

Quanti missionari Cristiani sono stati uccisi nel 2021

Cristiano decapitato per la sua Fede in Afghanistan

Cristiano decapitato per la sua Fede in Afghanistan

13enne cristiana rapita e convertita con forza all'Islam, è tornata a casa

13enne cristiana rapita e convertita con forza all'Islam, è tornata a casa

Prete inseguito da un uomo armato di machete (VIDEO)

Prete inseguito da un uomo armato di machete (VIDEO)

In Cina è sempre più difficile leggere la Bibbia, cosa sta succedendo

In Cina è sempre più difficile leggere la Bibbia, cosa sta succedendo