Stefano Barilli il ragazzo scomparso trovato decapitato nel Po

Stefano Barilli, il cadavere di un giovane decapitato è stato recuperato, nel primo pomeriggio a Caselle Landi, nel Lodigiano, dopo la segnalazione di un pescatore che l’ha avvistato. I carabinieri hanno trovato nella tasca di un indumento che indossava documenti che portano a ritenere che si possa trattare di Stefano Barilli, il 23enne di Piacenza di cui si sono perse le tracce lo scorso 8 febbraio quando è uscito dalla sua abitazione senza più farvi ritorno.

Sul posto, i vigili del fuoco di Lodi, i carabinieri di Codogno e il sostituto procuratore Sara Zinone. Nessun dubbio che si tratti del giovane uscito da casa sua l’8 febbraio scorso. Da allora aveva fatto perdere le sue tracce. La sua famiglia, e quella di Venturelli per il quale le ricerche continuano, si era convinta che il giovane potesse essere stato vittima di plagio da parte di una psico-setta.

Stefano Barilli visto l’ultima volta, Domenica 7 febbraio


Scattano le ricerche di un ragazzo di 23 anni, Stefano Barilli. I familiari hanno visto il giovane l’ultima volta la sera di domenica 7 febbraio, nella loro abitazione al quartiere Farnesiana.
Lunedì 8 febbraio il 23enne non era in casa e nessuno è riuscito più a mettersi in contatto con lui. I genitori hanno così sporto denuncia alla polizia e sono scattare le ricerche. Stefano Barilli scompare nel nulla.

Preghiamo per questo ragazzo, per la sua morte ma soprattutto preghiamo per tutti quei giovani che si perdono e non conoscono il Signore Gesù e affidano la loro vita non al Salvatore ma ad assassini. Preghiera da dire

Ieri nel pomeriggio la brutta scoperta. Stefano è stato ritrovato decapitato nel fiume Po. Ci sono indagini in corso ma si prevede che il ragazzo sia vittima di una setta. Bisogna solo scoprire i suoi assassini.

20enni scomparsi nel nulla: l’appello delle madri

Quello che dicevano le madri dei ragazzi il giorno 12 Marzo al noto programma della Rai Storie Italiane

Ragazza violentata : il papà la condanna “Mia figlia era ubriaca”

Ragazza violentata : il papà la condanna “Mia figlia era ubriaca”

Elena Gioia ha ucciso il padre con sette coltellate

Elena Gioia ha ucciso il padre con sette coltellate

Fine delle offerte nel piatto in chiesa

Fine delle offerte nel piatto in chiesa

Sgozzata dal marito insieme al cane

Sgozzata dal marito insieme al cane

Aldo Moro il santo della politica

Aldo Moro il santo della politica

Lite per un parcheggio ucciso con una pugnalata sul petto

Lite per un parcheggio ucciso con una pugnalata sul petto

Ancora abusi sessuali in Vaticano la polizia indaga

Ancora abusi sessuali in Vaticano la polizia indaga