TUTTI VOLGERANNO LO SGUARDO A COLUI CHE HANNO TRAFITTO

Sono il tuo Dio, Padre misericordioso e onnipotente pieno d’amore per ogni uomo da me creato e redento da mio figlio. Oggi voglio parlarti della redenzione e dell’amore che il tuo Dio ha verso di te. Tu che adesso leggi questo dialogo devi interrogarti e chiederti se stai seguendo il giusto senso nella tua vita. Sei forse legato alla tua ricchezza? Oppure a un amore carnale che io non ti ho ispirato ma i tuoi sensi? Ami la tua carriera? Oppure hai messo persone, cose, sopra di me? Io che sono il tuo Dio ti ho creato e redento che posto mi dai nella tua vita? Io molti secoli prima della venuta di mio figlio Gesù ispirai il profeta e mio figlio prediletto Isaia con questa frase “Tutti volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto”. La storia della redenzione di Gesù già era da me disegnata e stabilita ma si aspettava il tempo propizio affichè avvenisse. Isaia fece bene a diffondere e scrivere questa frase che io gli ispirai. Ogni uomo in questo mondo prima o poi si troverà a fare i conti già in questo mondo con la redenzione. Tutti si dovranno chiedere che strada seguire. Tutti un giorno si troveranno davanti al crocifisso e dovranno chiedersi se seguire le proprie passioni oppure seguire mio figlio Gesù e la vita eterna. Tu non sei fatto solo di carne ed ossa ma la vita è molto di più, ma molto molto di più. Tu hai un’anima e già su questo mondo devi relazionarti con il tuo Dio. Non puoi vivere secondo le tue passioni ma devi seguire la strada che io Padre buono ti indico e ho preparato per te. Stai attento a quello che fai. Può condizionare la tua vita in questo mondo e per l’eternità. Molti uomini fanno il male e seguono le loro passioni ed io li lascio alla loro miseria dato che ormai si sono ostinati nel loro male. Io voglio la salvezza per ogni uomo ma mi deve cercare, amare, pregarmi ed io mi manifesterò a lui in varie circostanze della sua vita. Tutti anche tu un giorno volgerai lo sguardo a mio figlio Gesù. Anche se adesso sei preso nelle tue faccende, nei tuoi piaceri, un giorno dovrai fermarti e guardare il crocifisso. Dovrai metterti alla presenza del redentore e chiederti se camminare con lui o contro di lui. Io ti mando delle persone, degli eventi nella tua vita per farti tornare a me ma se tu ti ostini nelle tue passioni grande sarà la tua rovina. Mio figlio quando stava su questa terra raccontò la parabola del seminatore e come tanti l’avrebbero conosciuto ma pochi lo avrebbero seguito fino alla fine e avrebbero dato un raccolto al cento per uno. Tu hai mai dato uno sguardo al Crocifisso? Se non hai ancora conosciuto il mio figlio Gesù un giorno della tua vita ti troverai a guardare mio figlio, sarò stesso io che ti metterò nella condizione di guardare la croce. Poi sarai tu a scegliere la strada da seguire. Se segui le mie strade io ti plasmo, ti dirigo e ti faccio seguire le mie vie fino alla vita eterna. Ma se segui le tue strade sperimenterai la delusione già in questo mondo. Figlio mio tanto amato torna a me. Io dissi per bocca del profeta “se i tuoi peccati sono come lo scarlatto diventeranno bianchi come la neve” ma devi volgere lo sguardo al redentore, cambiare la tua esistenza e volgerti a me io che sono tuo padre e voglio il bene per ogni mio figlio. Tutti volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto. Tutti un giorno avranno a che fare con la croce. Tutti un giorno nelle proprie orecchie rimbomberà il nome di mio figlio Gesù. Tutti un giorno nessuno escluso sarà chiamato a fare una scelta. Tu non temere mio figlio è venuto per salvare ogni uomo, ogni singolo uomo devi solo venire verso la Trinità Santa e dire il tuo “SI” poi sarà il tuo Dio a fare tutto il bene per te mio figlio tanto amato e da me creato. Tu per me sei una creatura bella. Ti amo per tutta l’eternità.

SCRITTO DA PAOLO TESCIONE, BLOGGER CATTOLICO
VIETATA LA DIFFUSIONE A SCOPO DI LUCRO – COPYRIGHT 2018 PAOLO TESCIONE

SCARICA L’EBOOK GRATIS TROVERAI oltre 50 dialoghi e conversazioni da leggere e meditare

Lo puoi trovare qui

Articoli correlati