Versetti della Bibbia per esprimere gratitudine a Dio

I cristiani possono rivolgersi alle Scritture per esprimere gratitudine verso amici e familiari, poiché il Signore è buono e la sua gentilezza è eterna. Lasciati incoraggiare dai seguenti versetti della Bibbia scelti appositamente per aiutarti a trovare le giuste parole di apprezzamento, esprimere gentilezza o dire a qualcuno un sentito ringraziamento.

Grazie Versetti della Bibbia
Naomi, una vedova, ebbe due figli sposati che morirono. Quando le sue figlie si sono impegnate ad accompagnarla in patria, ha detto:

“E possa il Signore ricompensarti per la tua gentilezza …” (Ruth 1: 8, NLT)
Quando Boaz permise a Ruth di raccogliere grano nei suoi campi, lo ringraziò per la sua gentilezza. In cambio, Boaz onorò Ruth per tutto ciò che aveva fatto per aiutare sua suocera, Naomi, dicendo:

“Possa il Signore, Dio di Israele, sotto le cui ali sei venuto a rifugiarti, ricompensarti pienamente per quello che hai fatto.” (Ruth 2:12, NLT)
In uno dei versi più drammatici del Nuovo Testamento, Gesù Cristo disse:

“Non c’è amore più grande che dare la vita per i propri amici.” (Giovanni 15:13, NLT)
Quale modo migliore è lì per ringraziare qualcuno e rendere la sua giornata più luminosa che augurare loro questa benedizione di Sofonia:

“Per il Signore, il tuo Dio vive in mezzo a te. È un potente salvatore. Si diletterà in te con gioia. Con il suo amore, calmerà tutte le tue paure. Gioirà su di te con canti gioiosi.” (Sofonia 3:17, NLT)
Dopo che Saul morì e Davide fu unto re su Israele, Davide benedisse e ringraziò gli uomini che avevano seppellito Saulo:

“Possa ora il Signore mostrarti gentilezza e fedeltà, e anche io ti mostrerò lo stesso favore perché hai fatto questo.” (2 Samuele 2: 6, NIV )
L’ apostolo Paolo ha inviato molte parole di incoraggiamento e grazie ai credenti nelle chiese che ha visitato. Alla chiesa di Roma scrisse:

A tutti a Roma che sono amati da Dio e chiamati ad essere il suo santo popolo: grazia e pace a voi da Dio nostro Padre e dal Signore Gesù Cristo. In primo luogo, ringrazio il mio Dio attraverso Gesù Cristo per tutti voi, perché la vostra fede viene riportata in tutto il mondo. (Romani 1: 7-8, NIV)
Qui Paolo offrì ringraziamenti e una preghiera per i suoi fratelli e sorelle nella chiesa di Corinto:

Ringrazio sempre il mio Dio per te per la sua grazia che ti è stata data in Cristo Gesù. Perché in lui sei stato arricchito in ogni modo – con ogni tipo di parola e con ogni conoscenza – Dio confermando così la nostra testimonianza di Cristo in mezzo a te. Perciò non ti manca alcun dono spirituale mentre attendi con impazienza che il nostro Signore Gesù Cristo venga rivelato. Ti terrà anche fermo fino alla fine, in modo che tu sia irreprensibile nel giorno del nostro Signore Gesù Cristo. (1 Corinzi 1: 4–8, NIV)
Paolo non ha mai mancato di ringraziare Dio seriamente per i suoi fedeli partner nel ministero. Assicurò loro che stava pregando con gioia per loro:

Ringrazio il mio Dio ogni volta che mi ricordo di te. In tutte le mie preghiere per tutti voi, prego sempre con gioia a causa della vostra collaborazione nel Vangelo dal primo giorno ad oggi … (Filippesi 1: 3-5, NIV)
Nella sua lettera alla famiglia della chiesa di Efeso , Paolo espresse la sua incessante gratitudine a Dio per la buona notizia che aveva sentito parlare di loro. Assicurò loro che intercettava regolarmente per loro, e poi pronunciò una meravigliosa benedizione per i suoi lettori:

Per questo motivo, da quando ho sentito parlare della tua fede nel Signore Gesù e del tuo amore per tutto il popolo di Dio, non ho smesso di ringraziarti, ricordandoti nelle mie preghiere. Continuo a chiedere che l’Iddio di nostro Signore Gesù Cristo, il glorioso Padre, possa darti lo Spirito di saggezza e rivelazione, in modo che tu possa conoscerlo meglio. (Efesini 1: 15-17, NIV)
Molti grandi leader fungono da mentori per qualcuno più giovane. Per l’apostolo Paolo il suo “vero figlio nella fede” era Timoteo:

Ringrazio Dio, che servo, come hanno fatto i miei antenati, con la coscienza pulita, come giorno e notte che ricordo costantemente di te nelle mie preghiere. Ricordando le tue lacrime, desidero ardentemente vederti, per essere pieno di gioia. (2 Timoteo 1: 3-4, NIV)
Ancora una volta, Paolo offrì grazie a Dio e una preghiera per i suoi fratelli e sorelle di Salonicco:

Ringraziamo Dio sempre per tutti voi, citandovi costantemente nelle nostre preghiere. (1 Tessalonicesi 1: 2, ESV )
In Numeri 6 , Dio disse a Mosè che Aaronne e i suoi figli benedissero i figli d’Israele con una straordinaria dichiarazione di sicurezza, grazia e pace. Questa preghiera è anche conosciuta come la Benedizione. È una delle poesie più antiche della Bibbia. La benedizione, piena di significato, è un modo meraviglioso per dire grazie a qualcuno che ami:

Il Signore ti benedica e ti custodisca;
Il Signore fa risplendere il suo volto su di te
e sii gentile con te;
Il Signore innalza il suo volto su di te
e ti dà pace. (Numeri 6: 24-26, ESV)
In risposta alla misericordiosa liberazione del Signore dalle malattie, Ezechia offrì un canto di ringraziamento a Dio:

I vivi, i vivi, ti ringrazia, come faccio oggi; il padre fa conoscere ai tuoi figli la tua fedeltà. (Isaia 38:19, ESV)

Chiesa: la verginità consacrata

Chiesa: la verginità consacrata

Discussione del giorno "sesso prima del matrimonio"

Discussione del giorno "sesso prima del matrimonio"

Chiesa: differenza tra madrina e comare di fazzoletto

Chiesa: differenza tra madrina e comare di fazzoletto

l'incesto: perché la chiesa lo condanna?

l'incesto: perché la chiesa lo condanna?

3 cose da fare per avere un rapporto con Dio

3 cose da fare per avere un rapporto con Dio

Santa Faustina ci dice come pregare per gli altri

Santa Faustina ci dice come pregare per gli altri

Il peccato mortale: quello che devi sapere e perchè non trascurarlo

Il peccato mortale: quello che devi sapere e perchè non trascurarlo