Viviamo il giorno del Signore e la sua grazia?

“Il sabato è stato fatto per l’uomo, non l’uomo per il sabato”. Marco 2:27

Questa affermazione pronunciata da Gesù fu pronunciata in risposta ad alcuni farisei che stavano criticando i discepoli di Gesù per aver raccolto teste di grano di sabato mentre camminavano per i campi. Avevano fame e hanno fatto ciò che era naturale per loro. Tuttavia, i farisei la usarono come un’opportunità per essere irrazionali e critici. Sostenevano che, raccogliendo le teste di grano, i discepoli stessero violando la legge del sabato.

Innanzitutto, dal punto di vista del buonsenso di base, è sciocco. Il nostro Dio amorevole e misericordioso sarebbe davvero offeso perché i discepoli raccoglievano teste di grano da mangiare mentre camminavano nei campi? Forse una mente scrupolosa può pensarlo, ma ogni minimo senso di buon senso naturale dovrebbe dirci che Dio non è offeso da una simile azione.

L’affermazione finale di Gesù su questo stabilisce il record. “Il sabato è stato fatto per l’uomo, non l’uomo per il sabato”. In altre parole, il punto centrale del giorno del sabato non era quello di imporci un onere scrupoloso; piuttosto, era per liberarci per riposare e adorare. Il sabato è un dono di Dio per noi.

Questo assume implicazioni pratiche quando osserviamo il modo in cui celebriamo oggi il sabato. La domenica è il nuovo sabato ed è un giorno di riposo e adorazione. A volte possiamo considerare questi requisiti come oneri. Non ci vengono dati come invito a seguire i comandi in modo scrupoloso e legalistico. Ci sono dati come un invito alla vita di grazia.

Questo significa che non abbiamo bisogno di andare sempre a messa e riposare la domenica? Certamente no. Questi precetti della Chiesa sono chiaramente la volontà di Dio. La vera domanda ha a che fare con il modo in cui guardiamo questi comandi. Piuttosto che cadere nella trappola di vederli come requisiti legali, dobbiamo sforzarci di vivere questi comandi come inviti alla grazia, dati a noi per il nostro benessere. I comandi sono per noi. Sono necessari perché abbiamo bisogno del sabato. Abbiamo bisogno della messa domenicale e abbiamo bisogno di un giorno per riposare ogni settimana.

Rifletti, oggi, sul modo in cui celebri il Giorno del Signore. Vedi la chiamata all’adorazione e al riposo come un invito di Dio a essere rinnovato e rinfrescato dalla sua grazia? O lo vedi solo come un dovere che deve essere adempiuto. Cerca di assumere l’atteggiamento giusto, questo giorno, e il Giorno del Signore assumerà un significato completamente nuovo per te.

Signore, ti ringrazio per aver stabilito il Nuovo Sabbath come un giorno per riposarti e adorarti. Aiutami a vivere ogni domenica e il giorno santo dell’obbligo nel modo che desideri. Aiutami a vedere questi giorni come un tuo dono da adorare e da rinnovare. Gesù io credo in te.

Articoli correlati