Come un Cristiano deve rispondere all’odio e al terrorismo

Ecco quattro risposte bibliche al terrorismo o all’odio che rendono il Cristiano diverso dagli altri.

Prega per i tuoi nemici

Il Cristianesimo è l’unica religione che prega per i suoi emici. Gesù disse: “Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno” (Luca 23:34) proprio mentre lo stavano crocifiggendo e uccidendo. È un ottimo modo per rispondere all’odio o al terrorismo. “Pregate per loro perché se non si pentono, periranno “(Luca 13:3; Ap 20:12-15).

Benedici coloro che ti maledicono

Amiamo chiedere la benedizione di Dio sulle persone, specialmente nei nostri saluti e questa è una buona cosa. Ma lo sapevi che è biblico chiedere la benedizione di Dio su coloro che ti maledicono? Gesù ci dice di “benedire quelli che ti maledicono, prega per quelli che ti insultano” (Luca 6:28). Sembra molto difficile da fare, ma è una risposta biblica all’odio e al terrorismo. Mi è stato detto da un ateo arrabbiato: “Ti odio” e ho risposto: “Amico, che Dio ti benedica riccamente”. Non sapeva cosa dire dopo. Avevo voglia di chiedere a Dio di benedirlo? No, ma era un modo biblico di rispondere. Gesù ha avuto voglia di andare in croce? No, Gesù pregò due volte affinché l’amaro calice fosse rimosso (Luca 22:42 ma sapeva che la risposta biblica era di andare al Calvario perché Gesù sapeva che era la volontà del Padre. Questa è la volontà del Padre anche per noi.

Fai del bene a chi ti odia

Ancora una volta, Gesù pone l’asticella molto in alto, dicendo: “Ma io dico a voi che ascoltate: amate i vostri nemici, fate del bene a quelli che vi odiano” (Luca 6:27). Quanto è difficile! Immagina che qualcuno ti faccia qualcosa di male o qualcosa che possiedi; poi a tua volta rispondi facendo loro qualcosa di buono. Ma questo è esattamente ciò che Gesù ci chiede di fare. “Quando fu oltraggiato, non ricambiò oltraggio; quando ha sofferto, non ha minacciato, ma ha continuato ad affidarsi a colui che giudica con giustizia» (1 Pt 2,23). Dovremmo anche affidarci a Dio perché sarà giusto al 100%.

Ama i tuoi nemici

Tornando a Luca 6:27, Gesù dice: “Amate i vostri nemici“, il che confonderà coloro che vi odiano e coloro che compiono attacchi terroristici. Quando i terroristi vedono i cristiani rispondere con amore e preghiera, non possono capirlo, ma Gesù dice: “Amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano” (Mt 5,44). Quindi, dovremmo amare i nostri nemici e pregare per coloro che sono i nostri persecutori. Riesci a pensare a un modo migliore per rispondere al terrorismo e a coloro che ci odiano?

Traduzione di questo post su Faithinthenews.com

Cos'è l'Avvento? Da dove deriva la parola? Come si compone?

Cos'è l'Avvento? Da dove deriva la parola? Come si compone?

Come un Cristiano deve rispondere all'odio e al terrorismo

Come un Cristiano deve rispondere all'odio e al terrorismo

Perché il Rosario è un'arma potente contro Satana?

Perché il Rosario è un'arma potente contro Satana?

Cosa vuole Dio da noi? Fare bene le piccole cose... che significa?

Cosa vuole Dio da noi? Fare bene le piccole cose... che significa?

4 Verità che ogni Cristiano non deve mai dimenticare

4 Verità che ogni Cristiano non deve mai dimenticare

2 novembre, commemorazione dei defunti, origini e preghiere

2 novembre, commemorazione dei defunti, origini e preghiere

"I demoni hanno sempre paura", il racconto di un esorcista

"I demoni hanno sempre paura", il racconto di un esorcista