Rifletti, oggi, su quella parte della volontà di Dio che è più difficile per te abbracciare e fare immediatamente e con tutto il cuore

Gesù disse ai capi sacerdoti e agli anziani del popolo: “Qual è la vostra opinione? Un uomo aveva due figli. Andò dal primo e disse: “Figlio, oggi esci e lavora nella vigna”. Il figlio ha risposto: “Non lo farò”, ma poi ha cambiato idea ed è andato. Matteo 21: 28–29

Questo brano evangelico sopra è la prima parte di una storia in due parti. Il primo figlio dice che non andrà a lavorare nella vigna ma cambia idea e se ne va. Il secondo figlio dice che andrà ma non va. A quale figlio assomigli di più?

Ovviamente l’ideale sarebbe aver detto “Sì” al padre e poi averlo fatto. Ma Gesù racconta questa storia per mettere a confronto le “prostitute e gli esattori di tasse” con i “capi sacerdoti e anziani”. Molti di questi capi religiosi dell’epoca erano bravi a dire la cosa giusta, ma non agirono in accordo con la volontà di Dio. Al contrario, all’inizio i peccatori dell’epoca non erano sempre pronti ad essere d’accordo, ma molti di loro alla fine ascoltarono il messaggio di pentimento e cambiarono le loro abitudini.

Quindi, di nuovo, a quale gruppo assomigli di più? È umiliante ammettere che spesso lottiamo, soprattutto all’inizio, per abbracciare tutto ciò che Dio ci chiede. I suoi comandi sono radicali e richiedono un’enorme quantità di integrità e bontà per essere accettati. Per questo motivo, ci sono molte cose che all’inizio ci rifiutiamo di accettare. Ad esempio, l’atto di perdonare un altro non è sempre immediatamente facile. Oppure impegnarsi immediatamente nella preghiera quotidiana può essere difficile. Oppure scegliere una qualsiasi forma di virtù rispetto al vizio potrebbe non giungerci senza difficoltà.

Un messaggio di incredibile misericordia che il nostro Signore ci rivela attraverso questo brano è che, finché viviamo, non è mai troppo tardi per cambiare. In fondo sappiamo tutti cosa Dio vuole da noi. Il problema è che spesso permettiamo ai nostri ragionamenti confusi o alle passioni disordinate di ostacolare la nostra risposta assoluta, immediata e sincera alla volontà di Dio. Ma se possiamo tenere a mente che anche le “prostitute e gli esattori delle tasse” alla fine sono venuti in giro, saremo incoraggiati a cambiare alla fine i nostri modi.

Rifletti, oggi, su quella parte della volontà di Dio che è più difficile per te abbracciare e fare immediatamente e con tutto il cuore. A cosa ti ritrovi a dire “No”, almeno all’inizio. Decidi di costruire l’abitudine interiore di dire “Sì” al nostro Signore e di seguire la Sua volontà in ogni modo.

Prezioso Signore, dammi la grazia di cui ho bisogno per rispondere a ogni suggerimento di grazia nella mia vita. Aiutami a dirti “Sì” e a portare a termine le mie azioni. Man mano che vedo più chiaramente i modi in cui ho rifiutato la Tua grazia, dammi coraggio e forza per cambiare in modo da conformarmi più pienamente al Tuo piano perfetto per la mia vita. Gesù io credo in te.

Il suicidio: segnali d'allarme e prevenzione

Il suicidio: segnali d'allarme e prevenzione

Meditazione del giorno: la vera grandezza

Meditazione del giorno: la vera grandezza

Relazioni a distanza, come gestirle?

Relazioni a distanza, come gestirle?

Meditazione: la misericordia va in entrambe le direzioni

Meditazione: la misericordia va in entrambe le direzioni

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria

Meditazione del giorno: Trasfigurato nella gloria

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

La gratitudine: un gesto che cambia la vita

Meditazione del giorno: pregare per la volontà di Dio

Meditazione del giorno: pregare per la volontà di Dio