perché pregare

Come e perché pregare San Giuseppe

Perché pregare San Giuseppe? San Giuseppe fu il provvido custode della Sacra Famiglia. A lui possiamo affidare tutte le nostre famiglie, con la più grande certezza di essere esauditi in tutte le nostre necessità. Egli è l’uomo giusto e fedele che Dio ha posto a custode della sua casa, come guida e sostegno di Gesù e Maria: tanto più proteggerà le nostre famiglie, se gliele affidiamo e se lo invochiamo di vero cuore.

Pregare San Giuseppe: qualunque grazia si domanda a San Giuseppe verrà certamente concessa, chi vuol credere faccia la prova affinché si persuada”, sosteneva Santa Teresa d’Avila. Io presi per mio avvocato e patrono il glorioso san Giuseppe e mi raccomandai a lui con fervore. Questo mio padre e protettore mi aiutò nelle necessità in cui mi trovavo e in molte altre più gravi, in cui era in gioco il mio onore e la salute dell’anima. Ho visto che il suo aiuto fu sempre più grande di quello che avrei potuto sperare.

Qualunque grazia si domanda a San Giuseppe verrà certamente concessa

Difficile dubitarne, se pensiamo che fra tutti i santi l’umile falegname di Nazareth è quello più vicino a Gesù e Maria: lo fu sulla terra, a maggior ragione lo è in cielo. Perché di Gesù è stato il padre, sia pure adottivo, e di Maria è stato lo sposo. Sono davvero senza numero le grazie che si ottengono da Dio, ricorrendo a san Giuseppe. Patrono universale della Chiesa per volere di Papa Pio IX, è conosciuto anche come patrono dei lavoratori nonché dei moribondi e delle anime purganti, ma il suo patrocinio si estende a tutte le necessità, sovviene a tutte le richieste. Sicuramente è il degno e potente protettore di ogni famiglia cristiana, come lo fu della Sacra Famiglia.

pregare

Preghiamo ogni giorno così affidandoci a san Giuseppe: Nelle tue mani, o Giuseppe, abbandono le mie povere mani; alle tue dita intreccio, pregando, le mie fragili dita. Tu, che nutristi il Signore col quotidiano lavoro, dona il pane ad ogni mensa e la pace che vale un tesoro. Tu, protettore celeste di ieri, oggi e domani, lancia un ponte d’amore che unisca i fratelli lontani. E quando, ubbidiente all’invito, ti renderò la mia mano, accogli il mio cuore contrito e portalo a Dio piano piano. Allora sebben le mie mani sian vuote, sian stanche e pesanti, guardandole tue dirai: “Così son le mani dei santi!”

Preghiera dettata da Gesu’ stesso diffusa da Padre Pio

Preghiera dettata da Gesu’ stesso diffusa da Padre Pio

Avere principi sani: preghiera potentissima per avere una grazia da Gesù

Avere principi sani: preghiera potentissima per avere una grazia da Gesù

Gesù dice: mia madre non nega nessuna grazia per chi recita questa preghiera

Gesù dice: mia madre non nega nessuna grazia per chi recita questa preghiera

Chi recita questa coroncina otterrà una grazia speciale

Chi recita questa coroncina otterrà una grazia speciale

Festa della Misericordia Domenica 11 Aprile: cosa fare oggi?

Festa della Misericordia Domenica 11 Aprile: cosa fare oggi?

Profumo di rose ero zoppo ora cammino!

Profumo di rose ero zoppo ora cammino!

Devozione al Sacro Cuore Eucaristico di Gesù

Devozione al Sacro Cuore Eucaristico di Gesù