Rifletti, oggi, su quanto sei attento a Dio nella preghiera

Rifletti, oggi, su quanto sei attento a Dio nella preghiera. Riconosci la voce del pastore? Ti guida ogni giorno, guidandoti nella Sua santa volontà? Quanto sei attento a ciò che dice ogni giorno? Queste sono alcune delle domande più importanti su cui riflettere.

Ma chi entra per la porta è il pastore delle pecore. Il portinaio gli apre e le pecore ascoltano la sua voce, come il pastore chiama le sue pecore per nome e le conduce fuori. Quando ha scacciato tutti i suoi, cammina davanti a loro e le pecore lo seguono, perché riconoscono la sua voce. Giovanni 10: 2–4

devozioni rapide

Riconoscere la voce di Dio è qualcosa con cui molte persone lottano. Ci sono spesso molte “voci” in competizione che ci parlano ogni giorno. Dalle ultime notizie in prima pagina, alle opinioni di amici e familiari, alle tentazioni intorno a noi nel mondo secolare, alle nostre opinioni auto-disegnate, queste “voci” o “idee” che riempiono le nostre menti possono essere difficili da risolvere. Cosa viene da Dio? E cosa proviene da altre fonti?

Riconoscere la voce di Dio è davvero possibile. Prima di tutto, ci sono molte verità generali che Dio ci ha già detto. Ad esempio, tutto ciò che è contenuto nelle Sacre Scritture è la voce di Dio. La sua Parola è viva. E quando leggiamo le Scritture, acquisiamo sempre più familiarità con la voce di Dio.

Dio ci parla anche attraverso dolci ispirazioni che portano alla Sua pace. Ad esempio, quando consideri una certa decisione che potresti dover prendere, se presenti quella decisione a nostro Signore in preghiera e poi rimani aperto a tutto ciò che Egli vuole da te, spesso la Sua risposta arriva sotto forma di una profonda e certa pace del cuore. Facciamo questa devozione a Gesù per avere grazie.

Rifletti se ascolti la voce di Dio

Imparare a riconoscere la voce di Dio nella tua vita quotidiana si ottiene costruendo un’abitudine interiore di ascoltare, riconoscere, rispondere, ascoltare un po ‘di più, riconoscere e rispondere, ecc. Più ascolti la voce di Dio, più riconoscerai la Sua voce nel più sottile dei modi, e più arrivi ad ascoltare le sottigliezze della Sua voce, più sarai in grado di seguirla. Alla fine, questo si ottiene solo con un’abitudine continua di preghiera profonda e sostenuta. Senza questo, sarà molto difficile riconoscere la voce del Pastore quando avrai più bisogno di Lui.

Rifletti, oggi, su quanto sei attento a Dio nella preghiera. Che aspetto ha la tua preghiera quotidiana? Trascorri del tempo ogni giorno, ascoltando la voce gentile e bella del nostro Signore? Cerchi di formare un’abitudine con cui la Sua voce diventi sempre più chiara? In caso contrario, se fai fatica a riconoscere la Sua voce, allora prendi la decisione di stabilire un’abitudine più profonda di preghiera quotidiana in modo che sia la voce del nostro amorevole Signore che ti guida ogni giorno.

Preghiera Gesù, mio ​​buon pastore, mi parli ogni giorno. Mi stai costantemente rivelando la tua santissima volontà per la mia vita. Aiutami a riconoscere sempre la tua voce gentile in modo che possa essere guidato da te attraverso le sfide della vita. Possa la mia vita di preghiera diventare così profonda e sostenuta che la Tua voce riecheggia sempre nel mio cuore e nella mia anima. Gesù io credo in te.

Cos'è l'Avvento? Da dove deriva la parola? Come si compone?

Cos'è l'Avvento? Da dove deriva la parola? Come si compone?

Come un Cristiano deve rispondere all'odio e al terrorismo

Come un Cristiano deve rispondere all'odio e al terrorismo

Perché il Rosario è un'arma potente contro Satana?

Perché il Rosario è un'arma potente contro Satana?

Cosa vuole Dio da noi? Fare bene le piccole cose... che significa?

Cosa vuole Dio da noi? Fare bene le piccole cose... che significa?

4 Verità che ogni Cristiano non deve mai dimenticare

4 Verità che ogni Cristiano non deve mai dimenticare

2 novembre, commemorazione dei defunti, origini e preghiere

2 novembre, commemorazione dei defunti, origini e preghiere

"I demoni hanno sempre paura", il racconto di un esorcista

"I demoni hanno sempre paura", il racconto di un esorcista