Rifletti, oggi, sui modi in cui vedi il Vangelo

Erode temeva Giovanni, sapendo che era un uomo giusto e santo, e lo tenne sotto custodia. Quando lo sentì parlare fu molto perplesso, eppure gli piaceva ascoltarlo. Marco 6:20

Idealmente, quando il Vangelo viene predicato e ricevuto da un altro, l’effetto è che il destinatario è pieno di gioia, consolazione e desiderio di cambiare. Il Vangelo sta trasformando per coloro che ascoltano veramente e rispondono con generosità. Ma che dire di coloro che non rispondono con generosità? Che effetto ha su di loro il Vangelo? Il nostro vangelo oggi ci dà questa risposta.

La riga sopra proviene dalla storia della decapitazione di San Giovanni Battista. I cattivi attori di questa storia sono Erode, la moglie illegittima di Erode Erodiade, e la figlia di Erodiade (tradizionalmente chiamata Salome). Giovanni era stato imprigionato da Erode perché Giovanni disse a Erode: “Non è lecito per te avere la moglie di tuo fratello”. Ma la cosa più interessante di questa storia è che, anche in prigione, Erode ascoltava la predica di Giovanni. Ma invece di condurre Erode alla conversione, rimase “perplesso” da ciò che predicava Giovanni.

Essere “perplessi” non era l’unica reazione alla predicazione di Giovanni. La reazione di Erodiade fu di odio. Sembrava colpita al cuore dalla condanna di Giovanni del suo “matrimonio” con Erode, ed è stata lei a orchestrare la decapitazione di Giovanni.

Questo Vangelo, quindi, ci insegna altre due reazioni comuni alla Verità del santo Vangelo quando viene predicata. Uno è l’odio e un altro è la confusione (essere perplessi). Ovviamente, l’odio è molto peggio del semplice essere perplessi. Ma nemmeno la giusta reazione alle parole della Verità.

Qual è la tua reazione al pieno Vangelo quando viene predicato? Ci sono aspetti del Vangelo che ti mettono a disagio? Ci sono insegnamenti del nostro Signore che ti confondono o ti portano all’ira? Prima guarda nel tuo cuore per determinare se hai difficoltà ad avere una reazione simile a quella di Erode ed Erodiade. E poi considera come il mondo reagisce alla verità del Vangelo. Non dovremmo sorprenderci affatto se troviamo vivi molti Erode ed Erodiade oggi.

Rifletti, oggi, sui modi in cui vedi il Vangelo rifiutato a un livello o all’altro. Se percepisci questo nel tuo cuore, pentiti con tutte le tue forze. Se lo vedi altrove, non permettere che l’ostilità ti scuota o ti preoccupi. Mantieni la tua mente e il tuo cuore sulla Verità e rimani saldo, indipendentemente dalla reazione che incontri.

Mio Signore di tutta la Verità, solo la Tua Parola e la Tua Parola portano grazia e salvezza. Per favore dammi la grazia di cui ho bisogno per ascoltare sempre la Tua Parola e per rispondere generosamente con tutto il cuore. Possa io pentirmi quando sono convinto dalla Tua Parola e posso tornare a Te con tutto il cuore. Dammi coraggio quando gli altri rifiutano la Tua Verità e saggezza per sapere come condividere quella Parola con amore. Gesù io credo in te.

Fare l'elemosina è una forma corretta di carità?

Fare l'elemosina è una forma corretta di carità?

Meditazione del giorno: pregare per la volontà di Dio

Meditazione del giorno: pregare per la volontà di Dio

Meditazione del giorno: l'unico vero segno della croce

Meditazione del giorno: l'unico vero segno della croce

Meditazione del giorno: pregare il Padre nostro

Meditazione del giorno: pregare il Padre nostro

Meditazione del giorno: la Chiesa prevarrà sempre

Meditazione del giorno: la Chiesa prevarrà sempre

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto

Meditazione del giorno: 40 giorni nel deserto

Dio ci aiuta a rispondere ai disagi adolescenziali

Dio ci aiuta a rispondere ai disagi adolescenziali