• in

    “Non sarebbe mai dovuta esistere nemmeno una sola candelina su quella torta invece il nostro bimbo ha compiuto 2 anni”. Il miracolo di Jaxon, il bimbo nato senza cranio

    Questa è una storia di devozione e di vita. Ve la vogliamo raccontare per testimoniare la forza travolgente della fede in Dio e nella sua misericordia e l’amore e il rispetto per la vita.

    In questo racconto c’è tanta voglia di continuare a vivere, di superare ostacoli e di arrivare al traguardo, con il cuore pieno di fede e con gli occhi colmi di gratitudine verso Gesù.

    La storia comincia qualche anno fa quando una giovane coppia di Tavares ha saputo che avranno un bambino. Brittany, 28 anni e Brandon, 31 anni, hanno saputo dell’arrivo del bimbo alla diciassettesima settimana. Ma la loro felicità è stata breve. I medici hanno detto loro che il bimbo, un maschietto, aveva un problema: era affetto di una malformazione congenita grave, l’anencefalia, che non gli avrebbe lasciato scampo, a detta dei medici.

    Si tratta di una patologia che priva il neonato, parzialmente o totalmente, dell’encefalo e della volta cranica e che era incompatibile con la vita. I medici danno la possibilità ai due giovani di fare un’interruzione di gravidanza alla ventitreesima settimana. Ma Brando e Brittany sono credenti e per loro la vita viene prima di tutto. Si prendono per mano e pregano. Chiedono a Gesù di illuminare le loro vite e di essere misericordioso con loro, donando loro la gioia di essere genitori e di veder compiere il miracolo della vita.

    Ed è così che non molto dopo, il 27 di agosto del 2014, venne al mondo Jaxon Emmett Buell, un bellissimo bimbo di 4 chili. I medici non gli danno molte speranze di sopravvivenza ma i suoi genitori si affidano a Dio, continuando a pregare. E Dio ha accolto le loro preghiere.

    Risultati immagini per Brandon and Brittany Buell talk about their journey raising child with form of microcephaly

    Ad agosto Jaxon ha compiuto 2 anni e questo è davvero un miracolo. Nessuno pensava che ce l’avrebbe fatta. Nessuno, a parte i suoi genitori. Brittany e Brandon sono coscienti che ogni giorno va vissuto al massimo e con gratitudine verso quello che ha reso possibile questo miracolo, ascoltando le loro preghiere. Entrambi sanno che potrebbero svegliarsi una mattina e scoprire che Jaxon è volato in cielo, per diventare un piccolo angelo. Ma questo non fa altro che rafforzare la loro fede, sempre più convinti che Dio abbia per loro un disegno divino ben definito.

    Questa giovane famiglia, oltre ad essere un esempio per tutti noi, ci dimostra anche che i miracoli esistono se crediamo in Dio e se seguiamo i suoi insegnamenti e i principi del cristianesimo.

    Ecco un video in cui potete vedere Jaxon

     

  • in

    Roberto Benigni, i 10 Comandamenti: La Madonna

    Roberto Benigni durante il fortunato spettacolo su RAI 1:
    Questi  10  comandamenti  quando  sono  stati  scritti?  Chi  li  ha  scritti?  Vorrei  raccontare  però  prima  com’è andata.  La  Bibbia  è  il  più  bel  libro  di  tutti  tempi.  È  tutto  scritto  nella  Bibbia.  E  il  libro  più  letto  e  più  venduto del  mondo.  È  l’unico  caso  in  cui  l’Autore  del  libro  è  l’autore  dei  lettori.  Egli  conosceva  il  gusto  dei  suoi  lettori.

    La  storia  dei  10  comandamenti  è  scritta  in  uno  dei  libri  della  Bibbia,  che  si  chiama  Esodo.  La  parola  esodo vuol  dire  uscita.  Infatti  racconta  proprio  l’uscita  degli  ebrei  dall’Egitto,  circa  3000  anni  fa.  Dove  gli  ebrei  erano  schiavi  dell’Egitto  e  del  faraone,  che  era  l’uomo  più  potente  del  mondo.   E  Dio  li  libera,  si  allea  con  loro.  Li  fa  uscire  per  portarli  verso  la  terra  promessa.  Ma  non  fa  uscire  solo il popolo  d’Israele,  fa  uscire  tutta  l’umanità.  Siamo  usciti  tutti  dal  Nilo.  Quando  gli  ebrei  liberati  camminano  nel  deserto  del  Sinai,  camminano  nel  deserto  della  storia,  non  c’era  niente.  Lì  comincia  la  storia.  Ogni passo  è  un  passo  della  nostra  storia.  E  va  avanti  proprio  fino  ad  arrivare  a  noi,  a  questa  sera,  qui!   E  Dio  li  guida,  cammina  con  loro,  davanti  a  loro!  Entra  nella  storia  personalmente.

    Camminano  tutti  insieme  verso  la  terra  promessa,  fin  che  Dio  gli  fa  un  regalo:  regala  loro  i  10  comandamenti! I  10  comandamenti  sono  un  regalo:  regala  loro  la  libertà!  E  fa  un  patto  con  tutti  loro  e  con  tutti  noi.   “Se  voi  accettate  questo  regalo  che  io  mi  faccio,  se  voi  osserverete  queste  regole,  io  ti  vorrò  sempre  bene  e  sarò  sempre  con  voi.  Sarete  sempre  i  miei  preferiti,  ve  lo  prometto.  E  poi  se  voi  mi  vorrete  bene  anche voi  direte  al  mondo  che  io  sono  l’unico  Dio  e  insegnerete  a  tutti  i  10  comandamenti  dei  quali  non  vi  dovrete scordare  mai,  mai!”.   E  quali  sono  questi  i  10  comandamenti?  Che  riposiamo  ripassare  rapidamente.

    La  prima  volta  i  10  comandamenti  Dio  non  è  che  li  ha  scritti,  ma  li  ha  detti  a  voce.  E  sapete  com’è  andata?  Ve  lo  devo  raccontare perché  una  cosa  bellissima:  c’è  una  tradizione  che    si  tramanda  di  generazione  in  generazione,  fino  ad  arrivare  ai  testimoni  oculari. Questa  tradizione  dice  che  quando  Dio  per  la  prima  volta  pronunciò  dal  Sinai  i  10  comandamenti,  prima che  Dio  parlasse  di  uccelli  smisero  di  cantare,  i  volatili  sospesero  il  loro  volo,  i  pesci  smisero  di  nuotare,  i  buoi non  muggirono  più,  gli  angeli  delle  ruote  del  carro  divino  si  fermarono,  il  mare  non  si  agitò,  le  creature  ammutolirono,  il  mondo  tacque  e  fece  silenzio,  allora  e  solo  allora  si  udì  una  voce  che  diceva:

    Io  sono  il  signore  Dio  tuo,  non  avrai  altro  Dio  all’infuori  di  me,   non  ti  farai  idolo  o  immagine,   non  nominerai  il  nome  di  Dio  invano,   ricorda  il  giorno  di  sabato  per  santificarlo,   onora  il    padre  e  la  madre,   non  uccidere,  non  commettere  adulterio,   non  rubare,   non  dire  falsa  testimonianza,   non  desiderare  la  roba  del  tuo  prossimo,   non  desiderare  la  donna  del  tuo  prossimo.

  • in

    LE SETTE SANTE BENEDIZIONI

    1. Mi benedica la potenza del Padre Celeste+ la sapienza del Figlio divino + l’amore dello Spirito + Santo. Amen
    2. Mi benedica Gesù crocifisso, per mezzo del suo preziosissimo Sangue. Nel nome del Padre + e del Figlio + e dello Spirito + Santo
    Amen.
    3. Mi benedica Gesù dal tabernacolo, per mezzo dell’amore del suo Cuore divino, Nel nome del Padre +e del Figlio + e dello Spirito + Santo. Amen

    4. Mi benedica Maria dal Cielo, Madre celeste e Regina e riempia la mia anima di un più grande amore a Gesù. Nel nome de Padre + e del Figlio + e dello Spirito + Santo. Amen
    5. Mi benedica il mio angelo custode, e tutti i santi Angeli vengano in mio aiuto per respingere gli attacchi degli spiriti maligni. Nel nome del Padre + e del Figlio+ e dello Spirito + Santo. Amen
    6. Mi benedicano i miei Santi patroni, il mio santo patrono di battesimo e tutti i Santi del Cielo. Nel nome del Padre + e del Figlio + e dello Spirito + Santo. Amen.

    7. Mi benedicano le anime del Purgatorio e quelle dei miei defunti. Che siano i miei intercessori presso il trono di Dio affinché io
    possa raggiungere la patria eterna. Nel nome del Padre + e del Figlio + e dello Spirito +Santo. Amen

    Discenda su di me la benedizione della santa Madre Chiesa, del nostro Santo Padre, la benedizione del nostro vescovo…
    la benedizione di tutti i vescovi e sacerdoti del Signore, e questa benedizione, cosi come viene diffusa da ogni Santo Sacrificio
    dell’altare, discenda su di me tutti i giorni, mi preservi da ogni male e mi dia la grazia della perseveranza e di una santa morte. Amen.

  • in

    Bellissima preghiera all’angelo custode, il più fedele dei compagni

    Sai che hai un angelo speciale vero? No, non solo qualcuno che ami! La preghiera all’angeljo custode rende omaggio ad una meraviglia divina! Dio nel suo grande amore per noi dà a ciascuno di noi la nostra guida unica, un angelo custode, assegnato alla nascita per farci andare nella giusta direzione sul nostro cammino verso il cielo.

    Gli angeli custodi vegliano su di noi, pregano per noi e ci aiutano a guidare i nostri pensieri e inclinazioni. Essi possono anche proteggerci da danni fisici e spirituali! La preghiera all’angelo custode riassume tutto questo:

    Oh più fedele compagno, nominato da Dio per essere la mia guida e protettore, e che sei sempre al mio fianco, che grazie posso offrirti per la tua fedeltà e amore, e per tutti i vantaggi che tu mi hai conferito? Tu mi vegli nel sonno; mi consoli quando sono triste; tu mi sollevi quando cado; tu allontani da me i pericoli che mi minacciano; tu mi prepari per il futuro; tu mi ripari dal male e mi avvicini al bene; tu mi esorti alla penitenza quando cedo alla tentazione e a riconciliarmi con il mio Dio offeso.

    Da molto tempo potrei essere stato gettato nell’inferno, se non fosse per le tue preghiere, tu mi hai riparato dalla rabbia di Dio. Non lasciarmi, allora ti prego; ma ancora confortami nelle avversità, trattienimi nella prosperità, difendimi dal pericolo, aiutami nelle tentazioni, affinché in qualsiasi momento non divenga loro vittima.

    Offri a Dio le mie preghiere e le mie litanie, e tutti i miei esercizi religiosi, per ottenere per me il grande dono della fede, e la grazia di morire un giorno nell’amicizia del mio Creatore, e così entrare nella vita eterna. Amen

  • in

    Preghiera per il perdono e la grazia. Atto di costrizione al Sacro Cuore di Gesù

    Cuore più sacro e adorabile di Gesù! con umiltà e con cuore contrito mi prostrò davanti a Te. Amaramente dispiaciuto  dopo essere rimasto nel tuo Amore ed averlo offeso con la mia ingratitudine e l’infedeltà, diventando così indegno delle manifestazioni del Tuo amore. Pieno di confusione e di paura, posso solo dire: “Ho peccato contro di te, ho peccato!”

    Cuore più Amabile e Divino, abbi pietà di me, anche se non merito la Tua misericordia. Non mi rifiutare, ma rivela, piuttosto, supplico a Te, l’eccesso della Tua misericordia concedendo, a questo povero peccatore, che appare davanti a Te nell’abisso del suo niente e della sua miseria, di perdonare i miei peccati.

    O DIVINO REDENTORE! umilmente prostrato ai piedi della Tua Croce, Ti invito a mostrare il tuo Sacro Cuore per perdonarmi. Gesù, sbagliato e disprezzato —– Abbi pietà di me! Gesù, calunniato e perseguitato —– Abbi pietà di me! Gesù, abbandonato dagli uomini e tentato nel deserto —– Abbi pietà di me! Gesù tradito e venduto —– Abbi pietà di me! Gesù, insultato, accusato e condannato ingiustamente —– Abbi pietà di me! Gesù, vestito in un abito di ignominia e disprezzo —

    — Abbi pietà di me! Gesù, disprezzato e calunniato —– Abbi pietà di me!Gesù, legato con corde e condotto per le strade —– Abbi pietà di me! Gesù, trattato come uno stupido e classificato come malfattore —– Abbi pietà di me! Gesù, maltrattato crudelmente —– Abbi pietà di me! Gesù, ritenuto inferiore a Barabba —– Abbi pietà di me! Gesù, disfatto delle tue vesti —– Abbi pietà di me! Gesù, incoronato di spine e diffamato —–

    Abbi pietà di me! Gesù, che hai portato la croce in mezzo alle maledizioni del popolo —– Abbi pietà di me! Gesù, piegato da ignominie, dolore e umiliazioni, Abbi pietà di me! Gesù, crocifisso tra i ladri —– Abbi pietà di me! Gesù, morto per i miei peccati in mezzo a ogni genere di sofferenza —– Abbi pietà di me! PREGHIAMO SACRO CUORE di Gesù, mio ​​Redentore! Esercita, ti supplico, il tuo ufficio di mediatore con me, e non permettere che le Tue sofferenze e la Tua morte crudele siano inutili per la mia salvezza, ma lascia che in me, per la Tua Gloria, siano utili per la mia salvezza, che il mio cuore possa amare , lodare e glorificarTi per sempre. Amen.

  • in

    Due piccoli miracoli: nati a sole 23 settimane, hanno smentito i medici che ne volevano l’aborto

    Quando questi due gemellini sono nati, 17 settimane prima del naturale termine della gravidanza, erano così piccoli da poter essere presi con una sola mano. Ora, dopo una lunga battaglia per la vita e contro le più temute probabilità di sopravvivenza, sono diventati i gemelli più precoci del Regno Unito.

    Ecco a voi Cameron e Mackenzie!

    Fighters: Pam e Lee Glover con Cameron (a destra) e Mackenzie (a sinistra) che sono sopravvissuti loro nascita prematura

    Tutto è iniziato mentre Pam si trovava in vacanza in Marocco con suo marito Lee. Le avevano detto che erano incompatibili con la vita e che l’aborto era la strada da prendere. I due sono stati costretti a tornare tempestivamente a casa a causa di forti contrazioni che stavano mettendo a repentaglio la gravidanza. Le possibilità che i piccoli sopravvivessero al parto erano minime. Eppure, nonostante le loro condizioni fossero molto critiche, sono nati, per la gioia di mamma e papà.

    Pam Glover con i suoi due gemelli, nati dopo appena 23 settimane e 3 giorni in cui le acque hanno rotto in vacanza

    “È stato incredibile guardarli” ricorda Pam, “Volevano vivere con tutte le loro forze, questo era evidente!”

    Mackenzie

    A due settimane dal parto una nuova complicazione rende necessario un intervento per chiudere una valvola che normalmente si chiude da sola. Ma i due piccoli sono forti e dopo due mesi passati sotto osservazione, sono tornati a casa. “Sono dei veri e propri miracoli!” dice la donna.

    Gemelli

    La nascita di queste due creature dopo sole 23 settimane di gestazione ha sollevato domande inquietanti in Inghilterra sulla legge sull’aborto, che pone come limite 24 settimane dal concepimento.

    Il caso dei gemelli dimostra che anche i bambini molto piccoli hanno una possibilità di sopravvivenza a causa degli sviluppi nel campo della medicina neonatale. Il segretario del ministero della salute Jeremy Hunt ha recentemente espresso il suo punto di vista che il limite legale dell’aborto dovrebbe essere tagliato a 12 settimane, e diversi Ministri hanno sostenuto una riduzione a 20 settimane. David Cameron ha finora escluso un dibattito parlamentare sulla questione.

    Cosa sarebbe successo se Pam e Lee non avessero lottato per i loro bambini? E soprattutto quanti milioni di bambini sarebbero potuti sopravvivere se solo le loro mamme avessero dato loro l’opportunità di nascere?

    gemelloCondividiamo questa storia con il mondo perchè sia una doccia gelata per le coscienze dei più!

  • in

    PREGHIERA PER CHIEDERE LA GUARIGIONE A PADRE PIO

    Padre celeste, ti ringrazio per amarmi. Vi ringrazio per aver mandato Tuo Figlio, Nostro Signore Gesù Cristo, nel mondo per salvarci e per liberarci. Ho fiducia nel tuo potere e nella tua grazia che mi sostengono e mi proteggono. Padre amoroso, toccami ora con le tue mani  guaritrici, perché credo che la tua volontà è per me di essere ben presente, in corpo, anima e spirito.


    Copri con il sangue più prezioso del tuo Figlio, nostro Signore Gesù Cristo dalla sommità della mia testa alle piante dei miei piedi. Rimuovi qualsiasi cosa che non dovrebbe essere in me. Sradica le cellule malsane e anomale. Apri le arterie o le vene bloccate e ricostruisci e ristruttura qualsiasi area danneggiata.

    Rimuovi tutte le infiammazioni e pulisci qualsiasi infezione con il potere del sangue prezioso di Gesù. Lascia che il fuoco del tuo amore curativo passi attraverso il mio corpo per intero per guarire e rendere sane le zone malate, in modo che il mio corpo funzioni nel modo in cui è stata creato per funzionare.

    Tocca anche la mia mente e la mia emozione, anche i più profondi incassi del mio cuore.
    Satura tutto il mio essere con la tua presenza, amore, gioia e pace e disegnami sempre più vicino a te ogni momento della mia vita.

    E Padre, riempimi con il tuo Spirito Santo e fai si che le tue opere siano testimoni che la mia vita porti gloria e onore al tuo nome santo. Lo chiedo in nome del Signore Gesù Cristo. Amen.

  • in

    Nadia Toffa assente ieri durante ‘Le Iene’. Fans preoccupati. I motivi della sua assenza

    Non è passata inosservata la sua assenza durante la puntata di ieri sera de “Le Iene”.
    Nadia Toffa ha fatto preoccupare non poco i numerosi telespettatori che la seguono con tanto affetto. Ha dovuto saltare la puntata di ieri sera, ha spiegato in un tweet, perché, si è quasi scusata la bella conduttrice, è stata sottoposta a cure che “l’hanno provata un bel po’”.

    Nadia ha rassicurato gli spettatori di Italia Uno aggiungendo che tornerà presto in onda. “Ciao ragazzi, stasera non sarò alla conduzione del mio programma preferito, Le Iene, perché negli ultimi giorni ho fatto delle cure che mi hanno provata un bel po’ e quindi mi tocca saltare la puntata di questa domenica. Vi prometto comunque che da settimana prossima tornerò”, ha scritto la Toffa.  Nadia ha raccontato pubblicamente di aver avuto un cancro: “Ho avuto un cancro, in questi due mesi mi sono curata, ho fatto la chemioterapia e la radioterapia dopo l’operazione.

    Mi hanno tolto il cento per cento di quel cancro, ma ho fatto le terapie preventive perché poteva essere rimasta una cellula malata”, questo raccontava meno di 2 mesi fa, quando è tornata alla conduzione del programma tanto amato.

    Questo invece il post originale pubblicato da Nadia Toffa su Facebook:
    Ciao ragazzi, stasera non sarò alla conduzione del mio programma preferito, Le Iene, perchè negli ultimi giorni ho fatto delle cure che mi hanno provata un bel po’ e quindi mi tocca saltare la puntata di questa domenica ;(
    VI prometto comunque che da settimana prossima tornerò seduta dietro la scrivania assieme ai miei compagni, ai quali mando un mega in bocca al lupo…vi guardo da qui e voi seguite il mio servizio in onda stasera, che sono riuscita a girare qualche giorno fa 😉
    a prestissimo
    Nadia ✌

    Moltissimi come prevedibile i messaggi di sostegno dei fan:
    – Cara Nadia   noi ti aspettiamo sempre con cuore prenditi tutto il tempo che ti fa stare bene  e telo auguro con cuore sei una donna fantastica unica eccezionale con un sorriso radioso. Forza Nadia. E riposati un abbracciò forte 💗💋💋💋💋💋
    -Anche se non ci sei stasera noi ti vediamo ugualmente perché hai lasciato su quella sedia la tua adrenalina…dajeee tutta Nadia
    – Auguri Nadia Toffa
    Riguardati! Il lavoro può aspettare. E quando ritornerai sarai più bella è più strepitosa di prima.sei una leonessa non mollare ❤❤😘😘😘
    Ci uniamo al coro di incoraggiamento e recitiamo una preghiera per lei. Ti aspettiamo Nadia.

  • in

    Abbracciami Gesù

    Questa è la testimonianza di un uomo che decise di abbandonare il Signore seguendo la propria via. Ma presto egli capì che Gesù è la via
    Abbracciami Gesù
    Testo:
    Lasciai un giorno il mio pastore
    avevo soldi e tanti sogni da comprare
    ed una sera il cuore mio ha chiesto amore
    ed ho scoperto che l’amore non si vende.
    Così ho corso forte per la via
    e nell’affanno son caduto
    ed ho gridato al mondo intero che cercavo amore…
    ma l’amore non c’è!
    E stanco e solo son rimasto qui.

    Ti prego abbracciami Gesù!
    C’è troppo freddo senza Te!
    E in questo mondo di tempesta,
    puoi salvarmi solo Tu!
    E questo ghiaccio che ho nel cuore,
    puoi scioglierlo solo Tu!
    Riscaldami Gesù!


    Ti prego abbracciami Gesù,
    io non ti lascerò mai più!
    E nella barca della vita,
    adesso ci sei Tu…
    Se il vento soffia così forte,
    lascio che mi guidi Tu!
    E come posso naufragare…
    se al timone ci sei Tu!

    Lasciai un giorno il mio pastore
    avevo soldi e tanti sogni da comprare
    ed una sera il cuore mio ha chiesto amore
    ed ho scoperto che l’amore non si vende.


    Gesù, io son venuto qui da Te,
    perché c’è un grande vuoto, dentro di me.
    Io come il figliol prodigo volevo far tutto da solo.
    Ma poi ho perso tutto quanto e…
    a mani vuote torno a Te Gesù!
    Accettami così!

  • in

    Bambino di 8 anni esce dal coma e dà alla sua mamma 2 notizie scioccanti

    Quando i tempi sono difficili, abbiamo due scelte: abbattere o rafforzare la nostra fede in Dio. Dio non rinuncia mai a coloro che non perdono la loro fede in lui. Una mamma mostra la sua forte fede in Dio quando tutta la sua vita si spezza di fronte a lei e Dio risponde alle sue preghiere in un modo unico.

    Julie Kemp, suo marito Andy e suo figlio Landon hanno avuto un grave incidente. Julie si è salvata ma Andy è morto sul colpo. Il loro figlio di 8 anni è rimasto ferito molto gravemente e stava combattendo per la sua vita. I medici avevano pochissima speranza per la sua sopravvivenza e sospettavano anche danni al cervello. Ma Julie non era pronta a mollare. Continuava a pregare senza che la sua fede vacillasse. E le sue preghiere furono esaudite due settimane dopo.

    Suo figlio è tornato miracolosamente dal coma e, vero miracolo, senza alcun segno di danni cerebrali. Julie non era sicura di come avrebbe rivelato la notizia della scomparsa di suo padre a suo figlio. Ma quando lei gli chiese se sapeva dove fosse suo padre, lui le diede una risposta che lei non si aspettava: “Sì, so dove si trova. L’ho visto in paradiso “. A sentire quelle parole, Julie non potè trattenere le lacrime.

    Almeno gli restava la consolazione che suo marito si trovava in un posto migliore e che un giorno l’avrebbe riabbracciato. Landon raccontò anche dei suoi due fratelli e Julie fu colta alla sprovvista. Aveva avuto due aborti prima di Landon e non gli era mai stato detto. Oggi Landon è un uomo adulto, parla di come ha incontrato Gesù e di come è tornato nel mondo per diffondere la notizia e infondere speranza. Dio è grande.

  • in

    Fabrizio Frizzi con Carlotta e la figlia Stella – le ultime, struggenti immagini prima dell’addio

    “Era stanco e pallido, negli ultimi tempi registrava più di una trasmissione insieme in modo da rimanere più tempo a casa”. A parlare, dalle pagine di “Repubblica”, è una delle figurati de “L’Eredità”. Conta molto la testimonianza di chi ha visto lavorare Fabrizio Frizzi da vicino proprio in questi ultimi giorni molto, molto difficili.

    “La moglie, uno scricciolo, era sempre con lui. Lo sosteneva non solo psicologicamente, ma gli prendeva il braccio. E lui si appoggiava. Sempre insieme: al bar, dietro le quinte”, spiega Laura. Quella di Frizzi è stata una battaglia. Il lavoro gli faceva ritrovare il sorriso: “Vedendolo sofferente la produzione lo incoraggiava di continuo. E nonostante le difficoltà, non perdeva mai l’occasione per darci la carica. ‘Ieri abbiamo fatto un botto di share’, ci diceva trionfante il giorno dopo la messa in onda”, spiega Alessandro, un altro figurante.

    “Porterò sempre il ricordo dell’ultima puntata dello scorso anno negli studi di Cinecittà. Eravamo 156 figuranti e lui ci ha voluto salutare con un bacio uno a uno. La gentilezza delle persone speciali”, racconta Alessandro, svelando uno di quegli aneddoti che da soli fanno capire la qualità della persona.

    Dal settimanale Oggi, invece, ci arrivano le immagini che raccontano la quotidianità degli ultimi giorni di Fabrizio che cercava di dare un senso di normalità alle sue giornate, scandite soprattutto dalle esigenze della figlia Stella. L’aria stanca e provata, ma non faceva mancare un sorriso e la sua presenza alla piccola. Tra lui e la moglie Carlotta, quella più preoccupata sembra essere lei infatti.


    Diceva della sua bimba:” Questa bambina è una gioia immensa e una responsabilità, una missione per cui vivere”. Non ce l’ha fatta, ciao Fabrizio, ti porteremo sempre nel cuore.

  • in

    L’Incredibile miracolo davanti le telecamere a Lourdes! L’ostia si solleva da sola dal piattino! Video..

    Incredibile. Eccezionale. Emozionante. È successo a Lourdes e il caso è recentemente approdato in Vaticano. Il fatto in sé è miracoloso, ma assume ancora più significato dal momento che si manifesta, davanti le telecamere, nel momento esatto dell’Offertorio.

    ” Questa levitazione del pane offerto è di un significato profondissimo: Lo Spirito dà un segno manifesto e vivo della sua potente opera santificatrice, che rende presente il Corpo ed il Sangue del Signore Gesù Risorto nel pane e nel vino; appena invocato, scende su di essi, li trasforma, transustanzia, lasciando intatte, per la nostra esperienza razionale e sensibile, le specie eucaristiche; la stessa azione santificatrice è successivamente operata dallo Spirito, trasformando noi che lo riceviamo in Lui, ma lasciando intatta la nostra umanità.”

    – sono le parole di  Padre Lino Colosio, monaco trappista piemontese, proprio colui il quale ha portato il caso in Vaticano. Dalle sue parole la ricostruzione di ciò che accade in video: “Si vede con chiarezza che l’ostia superiore inizia a staccarsi da quella sottostante e si solleva.

    Una forza-spinta misteriosa e delicata investe l’ostia in modo impressionante e la alza con un movimento rapido e soave insieme, facendola oscillare tre, quattro volte nell’aria, per poi posizionarla orizzontale e lasciarla delicatamente sospesa a circa due centimetri dalla sottostante. Le ostie rimangono così parallele e distanziate fino alla fine del Canone”.

    Smontate tutte le ipotesi di illusione ottica o di manipolazione del video, corroborata dalle numerose testimonianze di chi era presente al momento del prodigio, attendiamo e condividiamo in attesa del l’ufficializzazione da parte della Chiesa di questo ennesimo miracolo a Lourdes.

CARICA ALTRI
Congratulations. You've reached the end of the internet.