Papa Francesco chiede un impegno a ‘prendersi cura l’uno dell’altro’ nel 2021

Papa Francesco ha messo in guardia domenica contro la tentazione di ignorare la sofferenza degli altri durante la pandemia di coronavirus e ha detto che le cose andranno meglio nel nuovo anno nella misura in cui a cui dare la priorità ai bisogni dei più deboli e dei più svantaggiati.

“Non sappiamo cosa ci riserverà il 2021, ma quello che ognuno di noi e tutti noi insieme possiamo fare è impegnarci un po ‘di più per prenderci cura gli uni degli altri e del creato, la nostra casa comune”, il papa ha detto nel suo discorso Angelus il 3 gennaio.

Nella diretta video trasmessa dal Palazzo Apostolico, il papa ha detto che “le cose andranno meglio nella misura in cui, con l’aiuto di Dio, lavoreremo insieme per il bene comune, mettendo al centro i più deboli e svantaggiati”.

Il papa ha detto che c’è la tentazione di curare solo i propri interessi durante la pandemia e di “vivere edonisticamente, cioè cercando solo di soddisfare il proprio piacere”.

Ha aggiunto: “Ho letto qualcosa sui giornali che mi ha rattristato molto: in un paese, dimentico quale, sono rimasti più di 40 aerei, per consentire alle persone di fuggire dal blocco e godersi le vacanze”.

“Ma quelle persone, brave persone, non hanno pensato a chi è rimasto a casa, ai problemi economici affrontati da tante persone messe a terra dalla serrata, ai malati? Pensavano solo a prendersi una vacanza per il proprio piacere. Questo mi ha molto addolorato. “

Papa Francesco ha rivolto un saluto speciale a “quanti iniziano il nuovo anno con maggiori difficoltà”, citando i malati e i disoccupati.

“Mi piace pensare che quando il Signore prega il Padre per noi, non si limita a parlare: gli fa vedere le ferite della carne, gli fa vedere le ferite che ha sofferto per noi”, ha detto.

“Questo è Gesù: con la sua carne è l’intercessore, ha voluto portare anche i segni della sofferenza”.

In una riflessione sul primo capitolo del Vangelo di Giovanni, Papa Francesco ha detto che Dio si è fatto uomo per amarci nella nostra fragilità umana.

“Caro fratello, cara sorella, Dio si è fatto carne per dircelo, per dirti che ci ama … nella nostra fragilità, nella tua fragilità; proprio lì, dove ci vergogniamo di più, dove ti vergogni di più. Questo è audace “, ha detto.

“In effetti, il Vangelo dice che è venuto ad abitare in mezzo a noi. Non è venuto a trovarci e poi se ne è andato; È venuto ad abitare con noi, a stare con noi. Allora cosa desidera da noi? Desidera una grande intimità. Vuole che condividiamo con Lui le nostre gioie e sofferenze, desideri e paure, speranze e dolori, persone e situazioni. Facciamolo con fiducia: apriamo il nostro cuore a Lui, diciamogli tutto ”.

Papa Francesco ha incoraggiato tutti a sostare in silenzio davanti alla natività per “assaporare la tenerezza di Dio che si è fatto vicino, che si è fatto carne”.

Il papa ha anche espresso la sua vicinanza alle famiglie con bambini piccoli ea chi aspetta, aggiungendo che “una nascita è sempre una promessa di speranza”.

“La Santa Madre di Dio, in cui il Verbo si è fatto carne, ci aiuti ad accogliere Gesù, che bussa alla porta del nostro cuore per dimorare con noi”, ha detto Papa Francesco.

“Senza paura, invitiamolo in mezzo a noi, nelle nostre case, nelle nostre famiglie. E inoltre … invitiamolo nelle nostre fragilità. Invitiamolo, affinché veda le nostre ferite. Verrà e la vita cambierà “

Il papa: una lettera per le vittime del Congo

Il papa: una lettera per le vittime del Congo

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo

Luca Attanasio ambasciatore italiano: ucciso in Congo

Il Papa celebra l'apparizione della Divina Misericordia

Il Papa celebra l'apparizione della Divina Misericordia

Papa Francesco: il diavolo è bugiardo

Papa Francesco: il diavolo è bugiardo

Causa Covid nessun ritiro in Quaresima per la curia di Roma "papa Francesco invia un libro a ogni ministro"

Causa Covid nessun ritiro in Quaresima per la curia di Roma "papa Francesco invia un libro a ogni ministro"

Esortazione pastorale di papa Francesco "conversione e cambiamento per i ministri della Chiesa"

Esortazione pastorale di papa Francesco "conversione e cambiamento per i ministri della Chiesa"

L'impatto del gruppo di preghiera sui pazienti Covid e come hanno risposto con la preghiera

L'impatto del gruppo di preghiera sui pazienti Covid e come hanno risposto con la preghiera